Mercati – Io speriamo che me la cavo

A
A
A
di Redazione 7 Settembre 2009 | 07:25
I dati sui Non farm payrolls, i meno peggiori dall’inzio dell’anno, sono sufficienti a far passare in secondo piano il livello di disoccupazione, mai così alto dal 1983, sono sufficiente ad ineescari un rally dei listini in attesa del lungo weekend (oggi mercati americani chiusi per festività).

A fine seduta l’indice S&P segna un progresso dell’1,31% mentre ancora meglio il Nasdaq Composite a +1,79%.

La buona chiusura di New York si riverbera in un buon avvio di settimana in Asia con il Nikkei 225 in crescita dell’1,31% ed Hong Kond di circa un punto percentuale. Meno tonica Sydney a +0,43%.

I listini europei mantengono i massimi raggiunti dal future nella serata di venerdì e segnano rialzi di oltre un punto percentuale rispetto alla chiusura ufficiale di venerdì.

La forza delle borse ha pesato sui bond che hanno visto rendimenti in crescita con il bund future che scivola in area 121.

Euro in rafforzamento a 1,4340 contro dollaro e yen a 133,60.

Giornata priva di dati macro di rilievo e mercati americani chiusi per festività.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex: i target price di Goldman Sachs sui cambi principali

Forex, Euro Index in altalena prima di nuovo forte movimento direzionale

Il punto tecnico sul mercato Forex di Giovanni Maiani

NEWSLETTER
Iscriviti
X