Il punto sul settore Biotech

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Gennaio 2018 | 17:30

A cura di Bb Biotech
Il Nasdaq Biotech Index (NBI) ha chiuso il mese di dicembre con un progresso del +1.5% in USD. Il NAV di BB Biotech è cresciuto del +2.0% (in USD), mentre il prezzo dell’azione BB Biotech ha subito una flessione del -1.4% in USD, -2.5% in CHF e -1.0% in EUR.
Celgene (+3.5%, in USD) Aggiornamenti deludenti dalla pipeline per l’estensione delle indicazioni terapeutiche di Revlimid al linfoma follicolare (FL). Lo studio Relevance su Revlimid in combinazione con rituximab non ha evidenziato una superiorità rispetto a rituximab + chemioterapia nel FL di nuova diagnosi. Celgene ha comunque indicato che entrambi i bracci dello studio hanno espresso risultati simili, e ciò potrebbe tradursi in un tasso di successo più elevato per lo studio AUGMENT (Revlimid + rituximab vs. rituximab come monoterapia). I relativi risultati sono attesi nel primo trimestre 2018.

Sage (+78.2%, in USD) ha annunciato risultati di top-line positivi per uno studio di Fase II su SAGE-217 nella terapia dei pazienti adulti con disturbo depressivo maggiore (MDD) da moderato a grave. Nello studio, una terapia della durata di 14 giorni con SAGE-217 ha evidenziato una correlazione con una riduzione media statisticamente significativa nella scala di Hamilton per la depressione (HAM-D). Allo stesso modo, altri endpoint secondari sono apparsi altamente significativi al giorno 15. L’attività positiva e i risultati di sicurezza di SAGE-217 nella terapia del MDD supportano l’avanzamento del programma in una fase di ricerca clinica più avanzata e l’avvio di colloqui con la FDA statunitense al fine di determinare i passi successivi nello sviluppo di SAGE-217.
Idorsia (+21.6%, in USD) ha annunciato che J&J ha esercitato la propria opzione di avviare un accordo di collaborazione per lo sviluppo e la commercializzazione congiunta di aprocitentan e di eventuali composti o prodotti derivati da tale principio attivo. In virtù di questa decisione di J&J, Idorsia riceverà un pagamento milestone una tantum di USD 230 milioni, che sarà iscritto nei risultati finanziari per il quarto trimestre 2017. Aprocitentan è attualmente oggetto di studi nei pazienti con ipertensione fuori controllo nonostante l’impiego di almeno tre farmaci specifici (ipertensione resistente).
OUTLOOK. BB Biotech e il settore delle biotecnologie possono archiviare un 2017 di segno decisamente positivo. Anche per l’anno appena iniziato rimaniamo ottimisti sia per il nostro portafoglio che per il settore in generale, alla luce delle valutazioni attualmente interessanti e in previsione di fattori quali un aumento del numero di approvazioni di prodotti nel 2018, il raggiungimento di numerose pietre miliari sul versante clinico e normativo e la prosecuzione su livelli sostenuti delle operazioni M&A.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

BB Biotech allunga il passo a Piazza Affari. I prossimi target

BB Biotech prossimo al completamento di un movimento a “V”

BB Biotech, l’approccio scientifico agli investimenti si conferma vincente

NEWSLETTER
Iscriviti
X