Il Dax supera il secondo obiettivo al ribasso ma resta sopra 13.200

A
A
A
di Finanza Operativa 15 Gennaio 2018 | 08:00

Stasi per il future sul Dax scadenza marzo che ha disegnato la terza candela nera consecutiva ed è tornato a ridosso di 13.200 punti. Nel dettaglio, dopo un avvio a 13.241 e un top a 13.259, il derivato è tornato fino a 13.157, chiudendo a 13.231 punti. La violazione di 13.200 ha così portato a oltrepassare il secondo target ribassista a 13.170 punti. Nel frattempo la media mobile a 21 sedute passa ora a 13.168 punti, mentre lo Stocastico è ora sotto la propria trigger line e fuori dall’ipercomprato.
La tenuta di 13.200 punti sarebbe un segnale per il future che avrebbe come target successivi a 13.220, 13.235, 13.250, 13.270, 13.285 e 13.300; poi 13.320, 13.335 e 13.350 punti. E ancora a 13.370, 13.385 e 13.400 punti. Infine a 13.415, 13.430 e 13.450 punti. Per contro, la violazione di 13.200 riaprirebbe spazi di flessione in direzione di 13.185, 13.170, 13.150; poi 13.135, 13.115 e 13.100; poi 13.085, 13.070, 13.055, 13.040, 13.020 e 13.000. Infine a 12.980, 12.965 e 12.950, 12.935, 12.920 e 12.900 punti.  M.M.
Ger30Mar18Daily

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Fib all’attacco del top di giugno. Dax in controtendenza

Mercati, il Fib prova a completare il movimento a V

Mercati: segnale ribassiste sul Dax, Fib ed Euro Stoxx in stand-by

NEWSLETTER
Iscriviti
X