A Londra la prima tappa dell’Italian Equity Roadshow 2018 di Borsa Italiana

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 16 Gennaio 2018 | 17:15

Una selezione di società mid e large cap quotate sul mercato italiano incontrano gli investitori inglesi e internazionali nella sede del London Stock Exchange Group. 12 le società presenti, per sette macro-settori rappresentati: finanziari, industriali, servizi pubblici, telecomunicazioni, tecnologia, servizi al consumo, consumer goods: A2A, Anima Holding, Autogrill, Banca Generali, Ei Towers, Fincantieri, Finecobank, Generali, Interpump Group, Inwit, Reply e Technogym.

Oltre 55 miliardi di Euro la capitalizzazione aggregata. Sono presenti alla conference oltre 70 investitori in rappresentanza di 55 case di investimento provenienti da UK, Francia e Italia per 130 meeting organizzati tra società e investitori. In particolare, gli investitori inglesi detengono complessivamente il 18% dell’ammontare detenuto dagli investitori istituzionali nei titoli del FTSE MIB, con 180 case di investimento e oltre 1,000 fondi. La prima tappa del roadshow è stata organizzata in collaborazione con Banca IMI e Intermonte SIM. L’Italian Equity Roadshow di Borsa Italiana proseguirà nelle seguenti date:

  • 27-28 Marzo, la STAR Conference 2018 a Milano
  • 28 Maggio, la AIM Italia Conference 2018 a Milano
  • 18-22 Giugno, l’Italian Equity Conference in Asia e Australia
  • 2 Luglio, l’Italian Sustainability Day a Milano
  • 4-6 Settembre, l’Italian Equity Week a Milano, con i seguenti settori: Lifestyle, Industrial e Infrastructure
  • 22 Ottobre, la AIM Italia Conference 2018 a Londra
  • 23-24 Ottobre, la STAR Conference 2018 a Londra
  • 14-16 November, l’Italian Equity Conference in North America

Patrizia Celia, responsabile Large Caps & Market Intelligence di Borsa Italiana ha commentato: “Il calendario dell’Italian Equity Roadshow, che parte in questi giorni da Londra, testimonia l’impegno di Borsa Italiana a supporto delle società quotate nel rafforzare la relazione strategica con i più importanti investitori istituzionali. Con il 18% della market value detenuta dagli investitori inglesi nei titoli FTSE MIB, Londra rappresenta la più importante piazza in Europa per la valorizzazione del nostro listino”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, crescono Amundi e Invesco ma guida sempre BlackRock

Borsa Italiana, numeri da record alla Star Conference 2021 e focus sull’Esg

Grosset (Spectrum): “Borsa Italiana a Euronext? Una grande possibilità di sostegno alle imprese”

NEWSLETTER
Iscriviti
X