Materie prime: “Buy, don’t hold”

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Gennaio 2018 | 17:30

Buy, don’t hold“, questo il suggerimento di Davide Bulgarelli, presidente di Siat (Società Italiana Analisi Tecnica) dato nel suoi intervento in occasione dell’outlook annuale di Etf Securities. Nel dettaglio, per quanto riguarda le commodity (asset class in cui l’emittente inglese vanta un’ampia serie di Etc quotati a Piazza Affari) in ottica di breve termine, Bulgarelli per l’oro individua un target tecnico in area 1.380/1.400 dollari per oncia, “biglietto verde permettendo, che a sua volta evidenzia un primo target a quota 1,243 nel cambio contro euro, e posizionando un rigido livello di stop loss sul prezzo spot del lingotto a quota 1.290”.

Il possibile allungo dell’oro, sempre in ottica di breve periodo, è poi a detta di Bulgarelli sfruttabile puntando su un rialzo dell’argento, rimasto al palo rispetto al lingotto e che solitamente ne amplifica i movimenti. Sul petrolio Wti il target price individuato dal presidente della Siat è di 70 dollari per barile con stop loss da posizionare a quota 59.

In ottica di medio lungo periodo, Massimo Siano, Head of Southern Europe di Etf Securities, segnala invece lo scenario favorevole in base soprattutto alla domanda cinese (a sua volta spinta dalla ripresa economica statunitense ed eurpea) di rame, nickel, palladio e platinoG.R.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: argento sempre vivo

Mercati: argento redivivo. I target e gli Etc a Piazza Affari

Mercati, l’argento brilla più dell’oro. Gli Etc a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X