La crescita italiana non rispecchia il potenziale dell’economia

A
A
A
di Finanza Operativa 24 Gennaio 2018 | 15:00

a cura di Nomisma

“Il recente aggiornamento del World Economic Outlook, da parte del Fmi registra un miglioramento della crescita stimata italiana. Nel 2017 il Pil previsto si attesta a +1,6% nel 2017, per poi scendere a +1,4% nel 2018 e +1,1% nel 2019.Si tratta di un quadro a tinte chiare e scure”, dichiara Lucio Poma Responsabile Scientifico dell’Area Industria e Innovazione di Nomisma.

“In positivo si evidenzia un tasso di crescita per il 2017 che oltrepassa le precedenti stime e si attesta su valori importanti (+1,6%) che lanciano importanti segnali di fiducia nei confronti della strada intrapresa dalle nostre imprese per uscire dalla crisi.

Tuttavia il dato 2017 risulta meno confortante se paragonato a quello dell’Eurozona (+2.4%) con la Germania, nostra concorrente su molti mercati, che registra un +2.5 per cento. L’Italia cresce, ma meno dei paesi a lei prossimi, non riuscendo a cogliere completamente le opportunità di questa ripresa.

L’anno in corso ed il seguente, secondo le stime Fmi, vedranno calare il tasso di crescita del Pil; ci si attesta comunque sopra il punto percentuale +1.1 nel 2019, ma si tratta di una crescita che non rispecchia le potenzialità di una economia, che vanta la presenza di una forte manifattura, e che resta l’ottava potenza economica mondiale con 1,85 trilioni di dollari nel 2016. Infine osservando le stime dei diversi paesi colpisce il dato della Cina che registra tassi di crescita del Pil impressionati, 6,8 per cento nel 2017 (6.6 e 6.4% nei prossimi due anni), per un paese che con un Pil di 11,2 trilioni si colloca al secondo posto nella classifica mondiale. Restano, o si accrescono, molti problemi: disparità di reddito e regionali, povertà, crescita della popolazione, inquinamento ambientale e libertà di stampa, ma da una prospettiva dei parametri economici la Cina si affianca agli Stati Uniti come paese di riferimento economico per i prossimi anni”, conclude Poma.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti