UBS, cede filiali e consulenti

A
A
A
Avatar di Redazione 25 Marzo 2009 | 15:30
UBS, vende 55 filiali americane, e il prezzo si deciderà sui risultati dei consulenti finanziari. Giorni di bilancio intanto per le banche italiane, con BP, UBI e BPM che forniscono i dati 2008, tra sorprese e conferme.

Incertezza sulle piazze finanziarie del vecchio continente. A Milano l’S&P Mib rimane sopra la parità, appesantito dai ribassi dei titoli del comparto bancario, con le due “big”, Intesa Sanpaolo e UniCredit, che cedono oltre i due punti percentuali. Una seduta influenzata anche dai risultati di bilancio 2008, presentati da [s]Banco Popolare[/s], [s]UBI Banca[/s] e [s]BPM[/s] 

Stime confermate per Banco Popolare, che ha chiuso il 2008 con una perdita netta di 333.4 milioni di euro. Ma per l’istituto guidato da Saviotti il 2009 si prospetta in salita, la riorganizzazione della controllata [s]Banca Italease[/s] e la sottoscrizione dei “[a]Tremonti Bonds[/a]”, dovrebbero riportare l’istituto ad avere l’indice patrimoniale Core Tier 1 Ratio al 8%. Sul fronte azionisti, il CdA proporrà alla prossima assemblea di non distribuire dividendi. Banco Popolare interessata anche da voci di mercato insistenti, che indicavano della possibile vendita del Credito Bergamasco. Voci poi smentite dallo stesso amministratore delegato [p]Pier Francesco Saviotti[/p].

Meglio è andata a UBI Banca, che ha chiuso il 2008 con un utile netto normalizzato, cioè al netto delle voci non ricorrenti, di 425 milioni di euro. Per quanto riguarda gli azionisti di Unione banche Italiane, in arrivo ci sarebbe un dividendo di 0.45 euro per azione.

Ottimi i risultati anche per il gruppo BPM, che nel 2008 è riuscita a raggiungere un utile netto consolidato di 75.3 milioni di euro. Risultato su cui hanno pesato le recenti operazioni straordinarie effettuate dal gruppo, e riguardanti Banca Italease, Cassa di Risparmio di Alessandria e l’acquisizione di Anima SGR. Come per UBI Banca, anche BPM proporra alla prossima assemblea degli azionisti la distribuzione del dividendo pari a 0.10 euro per azione.

Intanto da New York UBS avrebbe avviato l’operazione di cessione di oltre 50 succursali americane. Una decisione spinta, secondo la stampa elvetica, dal fatto che la prima banca elvetica sia stata messa sotto pressione dal fisco americano. Il probabile acquirente sembra la statunitense Stifel Financial, che dovrebbe pagare UBS in più fasi, di cui la prima consisterebbe in 27 milioni di dollari. Per quanto riguarda i restanti pagamenti, i compensi futuri saranno decisi in base all’attività dei consulenti ex UBS e dai loro risultati. Una rete, quella UBS, di 55 filiali, distribuita su 24 stati americani e composta da un organico da 320 consulenti finanziari. Una divisione ex UBS particolarmente attraente, 15 miliardi di dollari di fondi in gestione e un ricavo di 116 milioni di dollari solo nel 2008. Per Unione Banche Svizzere, le conseguenze della frode americana si fanno sempre più onerose, dopo aver pagato una cifra non da poco al fisco statunitense, adesso arriva anche la doccia fredda della cessione di 55 filiali. Forse troppo, e forse qualcuno ha deciso di usare la scusa frode per prendersi più del dovuto.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 65.8 EUR -3.36%
American Express Nyse 13.9 USD -4.53%
Axa Euronext 9.68 USD -2.21%
Azimut Borsa Italiana 4.11 EUR -0.48%
Banca Generali Borsa Italiana 2.40 EUR +0.52%
Bank of NY Mellon Nyse 26.3 USD -5.15%
Barclays Lse 6.62 USD -9.31%
BlackRock Nyse 128.4 USD -4.12%
BNP Euronext 32.73 EUR -5.13%
BPM Borsa Italiana 3.79 EUR +1.74%
Citigroup Inc Nyse 3.01 USD -3.83%
Credit Agricole Euronext 9.33 EUR +1.72%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 35.38 CHF -3.64%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 32.05 EUR +1.97%
Dexia Euronext 2.5 EUR -0.79%
Fortis Euronext 1.51 EUR -1.88%
FT Inv. Nyse 50.89 USD -5.77%
Goldman Sachs Nyse 110.6 USD -1.18%
Henderson Lse 78.5 GBp +3.63%
HSBC Investments Lse 391.2 GBp -6.34%
ING Euronext 4.74 EUR -6.78%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 2.05 EUR +0.12%
Invesco Nyse 13.69 USD -4.66%
Janus Capital Group Nyse 6.68 USD -5.11%
Jp Morgan Nyse 26.4 USD -8.52%
Julius Baer Swiss Market Exchange 29.8 CHF -3.24%
Legg Mason Nyse 15.6 USD -2.19%
Man Group Lse 201.2 GBp -5.51%
Mediobanca Borsa Italiana 6.38 EUR +2.33%
Mediolanum Borsa Italiana 2.64 EUR +10.0%
Morgan Stanley Nyse 25.12 USD +2.82%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1.031 EUR +1.18%
Natixis Euronext 1.41 EUR +3.29%
Nordea bank Omxnordicexchange 42.3 SEK -7.44%
Raiffeisen Wiener Borse 23.5 EUR -6.00%
Schroders Lse 794.5 GBp +0.57%
Skandia (Old Mutual) Lse 50.3 GBp -1.94%
State Street Nyse 29.16 USD -2.70%
Ubs Swiss Market Exchange 13.15 CHF 0.00%
Unicredit Borsa Italiana 1.38 EUR -1.28%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Italease riduce il rosso

Italease deve 1 miliardo al Fisco

Le lezioni del caso Italease

NEWSLETTER
Iscriviti
X