Man Group, utili in calo. Ma rilancia sugli hedge

A
A
A
di Marco Mairate 26 Marzo 2009 | 13:50
Nessuna sorpresa per il colosso alternativo quotato alla Borsa di Londra. La società guidata da Peter Clark chiude il 2008 con utili ante imposte e voci straordinarie a 1,2 miliardi di dollari mentre le masse scendono a 47,7 miliardi.

Man Group plc, società componente dell’indice FTSE 100, ha detto che l’utile ante imposte e le voci straordinarie sono stimate a USD 1,2 miliardi (USD 2,1 miliardi nel 2008).

Gli utili diluiti per azione prima delle voci straordinarie sono pari a circa USD 54 centesimi (90,2 centesimi di USD nel 2008). Il Consiglio d’amministrazione intende dichiarare un dividendo finale invariato di USD 24,8 centesimi per azione, distribuendo un dividendo totale per l’anno di USD 44 centesimi per azione

PATRIMONIO GESTITO IN CALO DI UN TERZO

Forte calo delle masse gestite che scendono a 47,7 miliardi di dollari rispetto i 53,3 di fine 20008 e i 74,6 miliardi della fine di marzo 2008.

A livello di performance, la performance di gestione del patrimonio è superiore ai benchmarks del settore per l’anno finanziario al 31 marzo 2009 e precisamente: AHL + 14,4%; RMF -13,1% a fronte del – 17,5% del HFRI Fund of Funds Composite.

A livello di clientela, il settore privato vede una raccolta positiva per 2 miliardi di dollari mentre gli istituzionali hanno riscattato 4,2 miliardi di dollari a fronte di una raccolta di 3,7 miliardi. Il calo della raccolta e l’impatto sul risultato ha portato Man ha cancellare il 15% della propria forza lavoro.

“Questo è stato un anno molto difficile per i mercati globali, e la nostra attività non è stata immune. Abbiamo risposto focalizzandoci sulla preservazione della nostra forte rete di gestione degli investimenti, mantenendo e rafforzando al tempo stesso anche la solidità finanziaria del nostra società; entrambi fattori di differenziazione fondamentali in questi mercati.  La nostra forte posizione finanziaria è evidenziata dall’intenzione di mantenere un dividendo finale per l’anno” ha detto Peter Clarke, Chief Executive di Man Group.
 
NUOVA PIATTAFORMA DI INVESTIMENTO

Per offrire a istituzioni e investitori privati a livello mondiale un accesso trasparente all’investimento in hedge fund, il Gruppo lancia una nuova struttura integrata per la gestione degli hedge fund che combina il processo di investimento disciplinato di RMF, la filosofia di Glenwood per la selezione dei gestori, e l’expertise di Man nel campo dei managed accounts.
 
CAMBIAMENTI NEL MANAGEMENT

John Rowsell, Chief Investment Officer di Glenwood, assumerà la posizione di Director del business integrato e sarà responsabile di tutte le funzioni relative al business, operative e di gestione del rischio. Herbert Item, Chief Investment Officer di RMF, diventerà Chief Investment Officer e sarà responsabile di tutte le funzioni di investimento. Sia John che Herbert continueranno a riportare a Peter Clarke.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit: accordo tra Ue e Gran Bretagna può far rimbalzare la sterlina

Creval in rialzo a Piazza Affari, assemblea per rinnovo Cda si avvicina

Risparmio gestito: fondi hedge italiani non sono così speculativi

NEWSLETTER
Iscriviti
X