BoE, attenzione alla reazione della sterlina

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Febbraio 2018 | 14:30

A seguito del meeting di ieri del Comitato per la Politica Monetaria (MPC) di Bank of England (BoE), Michael Metcalfe, responsabile globale macro strategy di State Street Global Markets, e Barry McAndrew, senior portfolio manager, active global rates di State Street Global Advisors, hanno così commentato.
 Commento di Metcalfe: “Quest’anno i mercati hanno incorporato troppo presto l’irrigidimento della politica monetari da parte della BoE. La virata da falco registrata nel meeting odierno riuscirà, per lo meno, a giustificare quest’atteggiamento e potrebbe anche incoraggiare ulteriori attese. La reazione della sterlina sarà un elemento chiave da tenere sotto controllo, poiché un rapido apprezzamento della valuta potrebbe generare un veloce calo dell’inflazione e potenzialmente annullare la necessità di un più celere ciclo di quantitative tightening”.
Commento di McAndrew: “La virata da falco di oggi ha rafforzato quello che il mercato aveva già incorporato dal meeting precedente. Il mercato stimava tre rialzi dei tassi nei prossimi tre anni in contrapposizione ai due incrementi previsti a novembre dalla BoE. I dati sono stati leggermente più positivi, malgrado l’impatto dei negoziati per la Brexit. La BoE sembra essere più sicura del fatto che i rialzi dei tassi saranno effettuati più rapidamente, ma corre il rischio di un’ulteriore accelerazione della recente forza della sterlina. A sua volta, questo fattore potrebbe far presagire una posizione più neutrale entro la prossima estate rispetto all’atteggiamento di oggi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X