Sabaf, risultati consolidati in deciso miglioramento

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 13 Febbraio 2018 | 14:41

Nel quarto trimestre 2017, Sabaf ha conseguito ricavi per 37,4 milioni di euro, superiori del 13,8% rispetto ai 32,9 milioni di euro del quarto trimestre 2016. L’andamento delle vendite ha pertanto confermato la forte crescita già registrata nella prima parte dell’anno, conseguente all’incremento delle quote di penetrazione sui principali clienti, all’introduzione di prodotti innovativi e a un’intonazione generalmente positiva dei mercati di riferimento.

L’Ebitda del quarto trimestre 2017 è stato di 6,9 milioni di euro, pari al 18,3% delle vendite, in aumento del 6,8% rispetto ai 6,4 milioni di euro (19,5% delle vendite) del quarto trimestre 2016. La redditività del trimestre è stata condizionata dall’andamento sfavorevole dei cambi, che ha avuto un effetto negativo pari allo 0,9% delle vendite, e dall’incremento dei prezzi delle principali materie prime (effetto negativo pari allo 0,6% delle vendite).

Il reddito operativo (Ebit) è stato di 3,7 milioni di euro, pari al 9,9% del fatturato, superiore del 17,4% rispetto ai 3,1 milioni di euro dello stesso periodo del 2016 (9,6% del fatturato), mentre il risultato prima delle imposte è stato di 3,6 milioni di euro, in miglioramento del 9,4% rispetto ai 3,3 milioni di euro del quarto trimestre 2016.

Il risultato netto di periodo è stato di 4,6 milioni di euro, superiore del 70,3% rispetto ai 2,7 milioni di euro del quarto trimestre 2016. Nel quarto trimestre il Gruppo ha contabilizzato il beneficio fiscale relativo al Patent Box per il triennio 2015-2017, a seguito dell’accordo preventivo siglato con l’Agenzia delle Entrate. Di conseguenza, nel corrente trimestre sono state iscritte minori imposte sul reddito per 1,3 milioni di euro, di cui 0,8 milioni di euro relativi agli esercizi 2015 e 2016.

Risultati consolidati dell’intero esercizio 2017


L’esercizio 2017 si è chiuso con risultati in significativo miglioramento, sia per quanto riguarda l’aumento delle vendite che sotto il profilo dell’incremento reddituale. I ricavi sono stati pari a 150,2 milioni di euro, superiori del 14,7% rispetto al 2016 (a parità di area di consolidamento la crescita dei ricavi è stata del 12,9%), l’Ebitda è stato di 31 milioni di euro (pari al 20,6% del fatturato), in aumento del 22% rispetto ai 25,4 milioni di euro del 2016 (19,4% delle vendite), l’Ebit ha raggiunto i 18,1 milioni di euro (pari al 12,1% del fatturato) con un incremento del 44,9% rispetto ai 12,5 milioni di euro del 2016 (quando aveva rappresentato il 9,6% delle vendite), e il risultato netto di pertinenza del gruppo è stato pari a 14,8 milioni di euro, superiore del 64,9% rispetto ai 9 milioni di euro del 2016.

Investimenti e situazione finanziaria 
Gli investimenti del quarto trimestre sono stati pari a 3,3 milioni di euro, portando il totale degli investimenti dell’anno a 13,9 milioni di euro (11,8 milioni di euro nel 2016).
Al 31 dicembre 2017 l’indebitamento finanziario netto era di 25,5 milioni di euro, rispetto ai 27,7 milioni di euro del 30 settembre 2017 e ai 23,5 milioni di euro del 31 dicembre 2016.
Prevedibile evoluzione della gestione


L’avvio del 2018 evidenzia un moderato incremento delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2017. Dopo un anno caratterizzato da un tasso di crescita nettamente superiore al trend medio degli ultimi esercizi e nonostante lo scenario competitivo rimanga ancora impegnativo, il gruppo stima per l’intero esercizio 2018 di potere raggiungere ricavi in aumento tra il 3% e il 5% rispetto al 2017. Il management ritiene inoltre che l’adeguamento dei prezzi di vendita e gli ulteriori miglioramenti dell’efficienza gestionale consentiranno di bilanciare gli impatti negativi legati all’indebolimento del dollaro e all’aumento dei prezzi delle materie prime, e stima pertanto una redditività operativa  in linea con il 2017. Qualora la situazione economica subisca significative variazioni, i valori consuntivi potrebbero discostarsi dai dati previsionali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

BB Biotech allunga il passo a Piazza Affari. I prossimi target

Dovalue, S&P Global e Fitch Ratings assegnano il rating “BB” con outlook stabile

Covid-19, gli effetti sui bilanci delle società del Ftse Mib secondo Mediobanca

NEWSLETTER
Iscriviti
X