L’economia cresce, gli sforzi pagano

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Febbraio 2018 | 10:30

a cura di Nomisma

“L’anno in cui la crescita dell’economia accelera e finalmente si avvicina alla performance dell’Eurozona, a testimonianza che gli sforzi fatti dagli italiani e la determinazione delle autorità pagano. Nel 2017 le condizioni dell’economia mondiale e dei mercati finanziari sono state particolarmente propizie e si sono cominciati a vedere gli effetti del consolidamento fiscale e delle riforme strutturali, dal Jobs Act a Industria 4.0.”

Così Andrea Goldstein, Chief Economist di Nomisma, commenta la pubblicazione delle stime preliminari del Pil nel quarto trimestre 2017, che fanno registrare un +1,6% nei confronti del quarto trimestre del 2016, un dato tendenziale in linea con la previsione del governo e il consenso di mercato (vd. Economist). Goldstein prosegue sottolineando come l’incremento congiunturale sia dovuto a una dinamica equilibrata dal lato della domanda, con un contributo positivo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia della componente estera netta: “Chi sostiene che l’Italia cresca solo grazie all’export e alla compressione della domanda interna dovrà ricredersi”.

Alla luce degli indicatori demografici pubblicati recentemente dall’Istat – secondo cui nel 2017 i residenti in Italia sono diminuiti di quasi 100 mila unità – la sfida per l’avvenire si chiama crescita della produttività e inclusione. “La priorità assoluta è liberare risorse per istruzione di qualità e infrastrutture sostenibili, altrimenti il Paese è condannato alla decrescita infelice” –  conclude Goldstein – “Al momento di valutare i risultati economici dei governi della XVII legislatura, non va dimenticato come, marciando sul ‘sentiero stretto’, l’Italia abbia incassato il primo upgrade di S&P in 29 anni. Un capitale di credibilità che non va dilapidato cedendo alle lusinghe di chi si illude che la spesa pubblica sia una variabile indipendente”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Widiba, la finanza da genitore a figlio

Polizze, italiani bocciati: 5 in pagella

Investimenti, mercati emergenti: sotto pressione l’area dell’America Latina

NEWSLETTER
Iscriviti
X