Rating – Banche irlandesi a rischio default

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 9 Aprile 2009 | 15:45
L’Irlanda è forse il Paese europeo che più ha risentito del contesto di crisi. L’agenzia Moody’s, infatti, ha appena dichiarato a rischio default le dodici banche irlandesi.

Dopo il declassamento dell’Irlanda da AAA ad AA+ da parte dell’agenzia Standard & Poor’s (link), ecco la revisione sul giudizio di solvibilità delle banche del Paese da parte di Moody’s.

Infatti, ieri la società di rating ha rivisto il proprio giudizio su tutte e 12 le banche nazionali irlandesi, portando il proprio rating da C a D, livello che esprime l’alto rischio di default in seno a questi istituti di credito.

Continua così il grande momento di crisi del Paese celtico, forse il più colpito in Europa dalla negativa congiuntura economica. L’andamento negativo del Pil irlandese nel 2008, circa del 2,3%, il deficit pubblico, circa il 9,5% del Pil, ed il contesto di crisi generalizzata avrebbero spinto l’agenzia [s]S&P[/s] a degradare il Paese il 30 marzo 2009. Ieri, invece, cause del taglio del rating di Moody’s, oltre al grave contesto di recessione, prevista quest’anno attorno all’8%, ed alle perdite sui mercati finanziari, sono state le ingenti perdite economiche che le banche irlandesi hanno subito in seguito al calo del settore immobiliare.

Insolvenze e fallimenti, difatti, hanno indebolito la struttura patrimoniale dei 12 enti di credito, quantità difficilmente sanabili nel breve periodo. Per questi motivi, Moody’s ha dichiarato le banche irlandesi a forte rischio default.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Moody’s non impensierisce le banche italiane

Moody’s attacca le banche italiane

Moody’s – Ha mentito?

NEWSLETTER
Iscriviti
X