Banca Ifis, impatto nullo dalle nuove regole sugli Npl. Il quadro tecnico del titolo

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Marzo 2018 | 17:00

Con riferimento alle notizie di agenzia pubblicate ieri nelle quali si afferma che le nuove regole riferite al trattamento e agli accantonamenti sui crediti deteriorati si applicheranno solo ai nuovi crediti erogati dal 14 marzo 2018, Banca Ifis ha tenuto a precisare che nessuno dei crediti riferibili al portafoglio Npl proprietario è stato erogato successivamente al 14 marzo 2018. L’impatto della nuova normativa con riferimento alla data di applicazione è pertanto nullo per l’istituto.

Inoltre, Banca Ifis ha dichiarato di ritenere che la nuova normativa si applicherà ai crediti originati e non anche ai portafogli di crediti acquisiti da una banca che, come Banca Ifis, eserciti il business dell’acquisto, gestione e recupero dei crediti deteriorati all’interno di un piano strategico consolidato e con operatività effettuata a condizioni di mercato. Pertanto Banca Ifis ritiene che in nessun modo la nuova normativa possa incidere sull’operatività della propria area Npl, dedicata all’acquisto, gestione e recupero dei portafogli di crediti deteriorati originati da altre istituzioni finanziarie.

In questo scenario, dal punto di vista tecnico, il titolo Banca Ifis è sceso nelle ultime sedute a ridosso del supporto statico di lungo termine posto in zona 31,85/31,15 euro. Un livello dove i corsi potrebbero trovare un solido punto d’appoggio e provare poi a invertire al rialzo la rotta, vista anche la vicinanza dei principali indicatori e oscillatori all’area di ipervenduto.

In quest’ottica, una volta eventualmente confermata la tenuta della suddetta zona di sostegno, per il titolo i successivi target diventerebbero prima quota 34,60, dove al momento transita la media mobile a 21 sedute e, in seguito 37,50 euro, dove è posta una resistenza statica di breve termine. Cruciale però posizionare un rigido livello di stop loss a quota 31,15.        G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Banca Ifis

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, dall’Opec nessun cambiamento. I target price e gli Etc

Borse internazionali: lo scenario tecnico della settimana di Aldrovandi

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future caricano la molla

NEWSLETTER
Iscriviti
X