Il Fib tenta un rimbalzo dopo il test del supporto statico

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Marzo 2018 | 18:00

Il ritorno al di sotto della media mobile a 21 sedute e la violazione del coincidente supporto statico di breve termine a 22.520 punti ha spinto oggi il Fib (il future sull’indice Ftse Mib con scadenza marzo 2018) a testare in zona 22.185 il successivo supporto statico, sempre di breve periodo. Un sostegno che per ora si è dimostrato valido e che, se confermato, consentirebbe un mini-rimbalzo dei corsi e il proseguimento del trading range intorno ai 22.500 punti iniziato a metà febbraio.

Dal punto di vista operativo, oltre quota 22.520 i successivi target diventerebbero prima l’area 22.860/22.900 punti (limite superiore della suddetta bada di oscillazione laterale) e poi, eventualmente quota 23.100. Il cedimento di 22.185 innescherebbe per contro una nuovo correzione con obiettivi a 21.940 prima e 21.740 in seguito.      G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future provano a rialzare la testa

Ftse Mib, prossima fermata a quota 24.000. Le azioni sotto la lente

Forex, l’Euro conferma il rafforzamento sulla Sterlina

NEWSLETTER
Iscriviti
X