Spread nel trading online, cos’è e come funziona

A
A
A
di Finanza Operativa 19 Marzo 2018 | 18:30

Un elemento basilare che l’aspirante trader deve valutare con estrema cautela è lo spread, specialmente nel trading di valute: che cos’è e come funziona uno spread nel trading online.

Spread nel trading online
Attenzione aspiranti trader a non farvi fregare dalle piattaforme di broker che promettono zero commissioni, perché è una falsità secondo il principio che nessuno a questo mondo regala nulla: il trading online spiegato come si deve è fatto anche di questi dettagli all’apparenza insignificanti, ma che in realtà sono importanti per non ritrovarsi poi con i conti che non tornano e non sapere il motivo. La verità è tutta nello spread, ovvero la differenza tra il bid e l’ask delle piattaforme di trading, in italiano domanda e offerta. Si tratta dello scarto tra il valore all’acquisto e il valore alla vendita di una coppia di valute. Questa somma viene prelevata direttamente dal broker quando si utilizza il suo software, quindi la sua piattaforma, quando si fa trading online. Se si è un investitore alle prime armi, prima di scegliere la propria piattaforma è d’obbligo quindi confrontare gli spread dei differenti broker, in quanto non sono tutti uguali e si differenziano tra spread fissi e spread variabili. Come destreggiarsi in questo labirinto fatto di numeri , azioni e transazioni?

I diversi tipi di spread
Ci sono vari fattori per determinare lo spread, e i vari broker per il trading online applicano diversi criteri per conteggiare questo elemento. Essi variano in funzione della liquidità della coppia di valute. Ad esempio, EUR/USD sarà meno tassato perché è forte, ovvero viene richiesto da molti trader per effettuare operazioni di compravendita. Il fattore dominante che interviene prepotentemente nella definizione di questo importante elemento è se la valuta trattata sia volatile o meno, perché una forte volatilità determinerà uno spread più caro, quindi bisogna anche calcolare le variazioni di un cross durante la giornata. Più si avranno, più il suo spread sarà grande, visto che permetterà all’investitore anche di guadagnare denaro nel breve termine. Insomma, fare trading online sembra un gioco da ragazzi, ma in realtà ci sono diversi calcoli da fare, soprattutto per determinare il proprio profitto. C’è da dire che la maggioranza delle piattaforme fa questo calcolo in automatico e trattenendo già questa sorta di commissioni.

Differenza tra spread variabili e spread fissi
Come detto pocanzi, certi broker propongono degli spread fissi e altri degli spread variabili, ed entrambi hanno i loro pregi e i loro difetti. Il vantaggio degli spread fissi è quello di poter sapere in anticipo quanto costa esattamente una data transazione nel trading online. E’ utile quando una news di economia potrebbe modificare la tendenza, offrendo una forte possibilità di guadagnare soldi. Diverso il discorso per gli spread variabili, perché essi cambiano a seconda della giornata e sono legati a indicatori specifici e sull’influenza che hanno sulla coppia di valute che il trader sta trattando. Dipendono quindi dalla liquidità e dalla volatilità ed essi possono salire o scendere in maniera repentina e accentuata, ma come vengono fissati questi famigerati spread? Esso viene pagato dal trader una sola volta, in cui si prende una posizione. Nel caso degli spread variabili, anche se essi aumentano nel corso dell’operazione, si pagherà quanto indicato al momento della compravendita. L’ammontare dello spread quindi viene direttamente incluso nella cifra di acquisto del lotto d’interesse, ed esso corrisponde a 1 lotto moltiplicato per i lotti totali. E’ bene sapere questo dettaglio, in quanto la maggior parte delle piattaforme non preleva alcuna spesa supplementare, però alcuni possono applicare una sorta di fatturazione anche ai prelievi e ai depositi di denaro, o ancora per il solo iscriversi al sito. Il modo migliore per non rimanere delusi e sentirsi truffati è andare a cercare le condizioni generali di contratto e leggerle attentamente. Solo verificando questo particolare si potrà operare con il trading online senza aver paura di quanto ammonterà la cifra dello spread.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X