Svizzera, cresce l’export e si conferma la ripresa economica

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Marzo 2018 | 13:30

Le esportazioni svizzere nel mese di febbraio, secondo quanto riportato dal sito della Rsi, hanno raggiunto i 19,3 miliardi di franchi, l’1,8% in più rispetto allo stesso mese del 2017, mentre le importazioni sono scese del 9,8% a 16,1 miliardi, un livello comunque molto alto, ha commentato l’Amministrazione federale delle dogane in un comunicato.

La tendenza positiva nel campo delle esportazioni ha interessato tutti i grandi comparti di vendita, mentre al capitolo importazioni viene sottolineato il risultato più debole degli ultimi quattro anni relativo agli Stati Uniti. Il mese di febbraio ha visto un ottimo risultato anche per il settore orologiero, le cui esportazioni hanno toccato 1,7 miliardi di franchi, il 12,9% in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

La ripresa economica in Svizzera, inoltre, si conferma e la Segreteria di Stato dell’economia (SECO), sulla base di una congiuntura favorevole in particolare all’estero, ha rivisto le previsioni di crescita economica per il 2018 dal 2,3 al 2,4%. Il risultato sarebbe il migliore dall’abbandono della soglia di cambio minima tra euro e franco nel gennaio del 2015, secondo una nota pubblicata dalla SECO.

A breve termine, opportunità e rischi per l’economia mondiale sono equilibrati, prosegue la SECO, la ripresa globale potrebbe proseguire più a lungo del previsto, e in questo contesto il franco potrebbe continuare il suo deprezzamento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Cina: yuan ed esportazioni al top

Mercati, crolla l’export del Regno Unito verso l’Europa

Cina, vola il commercio a novembre: surplus più che raddoppiato

NEWSLETTER
Iscriviti
X