Il petrolio Wti torna a scaldarsi. I target tecnici e gli Etc long a Piazza Affari

A
A
A
di Finanza Operativa 20 Marzo 2018 | 17:00

Importante segnale rialzista per il petrolio Wti, che oggi ha confermato il superamento della trendline discedente passante per 62,20 dollari per barile che da inizio febbraio impediva ai corsi di recuperare terreno dopo aver ieri incrociato al rialzo a quota 61,95 la media mobile a 21 sedute. Un movimento che nella seduta odierna ha spinto i corsi del greggio a oltrepassare, per il momento solo a livello intraday, anche la media mobile a 50 giorni passante per 62,65 dollari.

Operativamente, dal punto di vista tecnico, al rialzo (favorito anche dall’ancora ampia distanza dal territorio di ipercomprato dei principali indicvatori) i prossimi obiettivi sono individuabili in prima battuta a quota 64 e in seguito nell’area compresa tra i 65,40 e la soglia dei 66 dollari per barile. essenziale però posiionare un rigido livello di stop loss (o stop and reverse) a 61,95, al di sotto del quale si profilerebbe una correzione con primao target a 61,10.

A Piazza Affari al rialzo sul petrolio Wti sono disponibili i seguenti Etc: Etfs Wti Crude Oil, Boost Wti Oil Etc, Sg Etc Wti Oil Collateralized, Etfs Eur Daily Hedged Wti Crude Oil, Etfs Wti 2mth Oil Securities, Boost Wti Oil 2x Leverage Daily Etp, Etfs 2x Daily Long Wti Crude Oil, Boost Wti Oil 3x Leverage Daily, Sg Etc Wti Oil +3x Daily Lev Collateral e Etfs 3x Daily Long Wti Crude Oil.   G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
petrolio wti

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piaggio s’impenna oltre la resistenza statica

NEWSLETTER
Iscriviti
X