Generali accelera in scia ai risultati. La strategia di Vontobel Certificati

A
A
A
di Finanza Operativa 20 Marzo 2018 | 12:00

A cura di Vontobel Certificati

Generali da inizio anno guadagna circa il 3,5% in linea con il Ftse Mib. Dal minimo del 5 marzo invece il titolo ha sovraperformato il listino tricolore. Tra le ragioni principali che hanno spinto i prezzi ricordiamo: l’avanzamento del piano di dismissioni degli asset no core, i buoni risultati 2017 archiviati settimana scorsa e le indiscrezioni su una possibile collaborazione con Poste Italiane. Più nel dettaglio, Generali archivia l’anno con risultato operativo record di 4,9 miliardidi euro, in crescita del 2,3%. L’utile netto è cresciuto oltre le attese a 2,1 miliardi, +1,4% a/a e oltre le attese degli analisti. Il management ha proposto inoltre un dividendo più generoso e confermato le stime per il 2018, impegnandosi a rispettare il piano industriale. A tal proposito l’ad Philippe Donnet ha ricordato che il prossimo piano strategico sarà presentato il prossimo 21 novembre. Sul fronte dismissioni asset no core, il numero uno del gruppo ha sottolineato che il target di 1 miliardo di proventi sarà probabilmente superato. In questo quadro la compagnia deciderà a breve se tenere o cedere Leben, per la quale sarebbero arrivate due offerte d’acquisto.

Da un punto di vista fondamentale ricordiamo che di 31 analisti che seguono il titolo, 13 hanno raccomandazione buy e 13 sono hold. Solo 5 analisti consigliano di vendere. Il target price medio è a 16,56 euro con un rendimento potenziale del 5%. Sui multipli Generali risulta in linea con i peer sia su P/Book Value che P/E 2018.

Analisi tecnica Generali prosegue all’interno del trading range in cui si muove da diversi mesi, delimitato inferiormente dai supporti statici a 14,50, 13,65 e 13,21 euro, mentre le resistenze sono individuate a 16, 16,08 e 16,48 euro. Quest’ultimo livello rappresenta il massimo segnato il 24 gennaio scorso. Non solo. Costituisce anche il top dal lontano inizio 2016. Il fatto che i prezzi abbiano perso l’intonazione rialzista di lungo periodo impostata dai minimi a 9,76 e 10,50 del 2016 è confermato dai continui tagli della media mobile a 200 giorni registrati da inizio 2018. L’attuale intonazione tecnica di breve periodo, supportata dalla dinamica degli indicatori di forza come l’Rsi in trend rialzista e sopra quota 50, rende più probabile nelle prossime sedute un avvicinamento alla parte superiore del canale laterale, con possibile nuovo attacco alla prima resistenza a 16 euro la cui rottura porterà Generali ad attaccare il top a 16,48 euro, oltre cui si aprirebbe spazio fino a 18 euro. Una discesa sotto 15,24 alimenterà di contro un test alla solidità dei supporti statici.

Strategia Long Prodotti: certificato Vontobel Leva Fissa 3X Long su Generali (codice Isin DE000VN9BLJ4); certificato Vontobel Leva Fissa 2X Long su Generali (Isin DE000VN9ATC4).

Strategia Short Prodotti: certificato Vontobel Leva Fissa 3X Short su Generali (codice Isin DE000VN9BLK2); certificato Vontobel Leva Fissa 2X Short su Generali (Isin DE000VN9ATD2).

Clicca sul grafico per ingrandirlo
Generali
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati: Cirdan Capital debutta sul SeDeX con una strategia multi-asset

Certificati: da Bnp Paribas nuovi Bonus cap su azioni e indici

Certificati, 17 nuovi prodotti sul Sedex per Unicredit

NEWSLETTER
Iscriviti
X