Eni conferma il recupero in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Marzo 2018 | 16:00

Dopo aver chiuso il gap ribassista, aperto a 14,10 euro a inizio dello scorso febbraio, in scia al recente rialzo del petrolio Eni ha oggi confermato il superamento della media mobile a 50 giorni avvicinandosi in seguito al test della resistenza statica di medio periodo posta a ridosso dei 14,30 euro. Un movimento, quello ascedente in atto, che ha buone chance tecniche per proseguire, visto che gli indicatori non sono ancora entrati in zona di ipercomprato.

In quest’ottica, i prossimi target sono individuabili in prima battuta a quota 14,40 e in seguito nella zona compresa tra i 14,75 e la soglia dei 15 euro (top di inizio 2018). Di cruciale importanza però posizionare un rigido livello di stop loss a quota 14,10, supporto dinamico di breve termine al di sotto del quale si profilerebbe l’inizio di un ritracciamento.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
Eni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X