La timidezza di Wall Street

A
A
A
di Redazione 14 Aprile 2009 | 07:10
Con le borse europee chiuse, Wall Street non ne approfitta per fare il colpaccio, rimanendo in un limbo di indecisione.

In una giornata in cui le borse europee sono rimaste chiuse Wall Street fa segnare un timido incremento dello 0,25% per l’indice S&P 500 e dello 0,05% per il Nasdaq Composite. La piazza americana si è infatti trovata dibattuta fra una certa dose di “ottimismo” riguardante il settore bancario, anche se forse sarebbe meglio parlare di sollievo da scampate disgrazie, e la negatività proveniente dal settore industriale.

Il titolo che ha più gravato sul Dow Jones è infatti stato Boeing sul calo di domanda per i veivoli ed inoltre si fanno sentire i timori sempre più marcati di una richiesta di chapter 11 per General Motors.

Da segnalare i risultati sopra le attese anticipati da Goldman Sachs dopo la chiusura che però non sono stati sufficienti a riportare positività. Al momento il future sull’S&P 500 è in calo di oltre un punto percentuale.

Negativa la seduta a Tokyo che chiude a -0,92%, mentre aprono tendenzialmente invariati gli indici europei.

In ripresa il mercato obbligazionario con il bund future a 122,40.

Dollaro a 1,3210 contro euro, mentre lo yen si colloca a 132,75.

Sul fronte macro attesa alle 14:30 per i dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: la view di Credit Suisse

Mercati, le valute degli emergenti restano stabili

Forex: i target price di Goldman Sachs sui cambi principali

NEWSLETTER
Iscriviti
X