Hedge, la parola d'ordine è consolidare

A
A
A
di Marco Mairate 17 Aprile 2009 | 08:53
Dopo la fuoriuscita di asset dello scorso anno, molti fondi hedge dovranno scegliere la strada delle sinergie per continuare a sopravvivere.

Cheyne Capital Management, società di gestione specializzata in fondi hedge, ha intenzione di comprare Altedge Capital, altro gestore alternativo. In dettaglio l’operazione dovrebbe vedere l’attuale Ceo e Cio di Altedge, Chris Goekjian, diventare partner e Cfo di Cheyne, gruppo britannico che gestisce circa 6 miliardi di dollari.

Cheyne Capital è stata fondata nel 1999 da due ex invesment banker di Morgan Stanley: Jonathan Lourie (46 anni) e Stuart Fiertz, entrambi americani. La società, nata come naturale evoluzione di un team focalizzato sul gestione dei bond convertibili, oggi è uno dei primi fondi hedge europei, con un expertise che spazia da strategie quali corporate credit, event-driven, equity ed equity-linked investing.

Jonathan Lourie nel 2008 era il 724° uomo più ricco di Inghilterra con un patrimonio personale stimato in 110 milioni di sterline.

Grazie a questa fusione, Altedge vedrà il proprio business integrarsi con quello di Cheyne entro i prossimi 6 mesi, con la speranza di vedere benefici dalla forza di distribuzione di Cheyne. Altedge oggi gestisce due prodotti: l’Altedge Diversified Fund SPC (con tre linee di rischio) e l’ Altedge Strategies Fund SPC che gestisce due portfoli (uno dedicato ai CTA e l’altro ai titoli distressed).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti