Svizzera, inflazione in lento progresso e occupazione stimata in crescita

A
A
A
di Finanza Operativa 8 Maggio 2018 | 13:30

In Svizzera, come riportato dal sito della Rsi, i prezzi in aprile sono aumentati dello 0,2% rispetto a marzo e dello 0,8% su base annua. Come spiega lunedì l’Ufficio federale di statistica, la crescita sui 30 giorni è dovuta a vari fattori, ma in particolare agli incrementi registrati nell’ambito dei prodotti petroliferi, dei viaggi e dei trasporti aerei.

Sempre per quanto riguarda il confronto mensile, il valore degli articoli svizzeri è rimasto stabile, mentre quello delle merci importate è progredito dello 0,9%. Facendo invece il paragone con l’aprile del 2017 si constatano rialzi sia in un campo che nell’altro, rispettivamente dello 0,4 e del 2,1%.

Buone poi prospettive per i lavoratori: le aziende in Svizzera hanno intenzione di ampliare l’organico. Lo segnala venerdì il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF). Il suo indicatore dell’impiego nel secondo trimestre si è attestato infatti a +3,6 punti, contro i +3,4 punti registrati nei primi tre mesi dell’anno. Da oltre sei mesi, le aziende che stanno pensando di creare nuovi posti di lavoro sono più numerose di quelle che vogliono effettuare dei tagli.

La congiuntura appare favorevole in molti settori: particolarmente positiva nel segmento che comprende trasporti, comunicazione, sanità e servizi sociali. Buona, ma in modo meno marcato, è la situazione nell’industria manifatturiera, nel commercio all’ingrosso e nelle banche. Rimangono per contro negativi, sebbene in miglioramento, gli indicatori nel ramo alberghiero e della ristorazione nonché del commercio al dettaglio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti