Pian piano le aspettative d’inflazione stanno crescendo

A
A
A
di Finanza Operativa 15 Maggio 2018 | 14:00

A cura di Deutsche Am
Nel 1996, l’economista britannico Roger Bootle pubblicò un libro intitolato “The Death of Infllation”. Avanti veloce: oggi, nove anni nell’attuale ciclo economico globale, i tassi di inflazione in tutto il mondo sono ancora ben al di sotto di quelli che ci saremmo aspettati dopo una così lunga ripresa economica. Abbiamo visto la fine dell’inflazione? Su questo saremmo cauti.
Le aspettative dei mercati finanziari sui futuri tassi di inflazione si possono ricavare deducendo il rendimento delle obbligazioni indicizzate all’inflazione dal rendimento di quelle nominali plain vanilla. Come dimostra il nostro “grafico della settimana”, le aspettative sull’inflazione nell’Eurozona e negli Stati Uniti stanno aumentando rapidamente da circa un anno. In senso assoluto, i livelli non sono né esagerati, né superano quello che viene comunemente definito come “stabilità dei prezzi”. Comunque, in entrambi i casi abbiamo raggiunto i valori più alti dal 2014.
Come abbiamo argomentato nel nostro articolo sull’inflazione “Low and slow” does not equal “Never, ever” https://dws.com/insights/cio-view/article/low-and-slow-for-now, non si dovrebbe trascurare l’inflazione. Come si suol dire, spesso le notizie sulla scomparsa di qualcuno vengono ingigantite. Ecco perché teniamo d’occhio l’inflazione, anche se al momento non la temiamo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Scambi commerciali a livello mondiale ancora in ottima salute

Utili delle imprese in Europa al rialzo

Dws, alleanza in Giappone e 7 miliardi di valore

NEWSLETTER
Iscriviti
X