Timing perfetti per i nuovi certificati Mini future su valute e commodity di Bnp Paribas

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Maggio 2018 | 18:11

Bnp Paribas ha di recente quotato per la prima volta a Piazza Affari una serie di Mini Future Certificate su valute e materie prime.

“Dopo parecchi anni di attività, nel mondo dei certificati, su prodotti a leva Knock Out come i Mini Future e i Turbo, questa è la prima volta che offriamo una gamma di Mini Future su valute e materie prime sul mercato SeDeX di Borsa Italiana. Un’operazione che fa seguito alla possibilità, recentemente introdotta, di quotare a Piazza Affari anche strumenti strutturati su valute “spot” e non solo legati a “future”. Ad affermarlo è Nevia Gregorini, responsabile public distribution di Bnp Paribas, che spiega: “Questa innovazione ci permette di offrire prodotti legati a un mercato maggiormente liquido e comprensibile dagli investitori finali. Inoltre colmiamo un gap nell’offerta: da un lato infatti i nuovi Mini Future targati Bnp consentono di sfruttare a leva l’andamento dei cambi e delle materie prime sia per fini speculativi che per eventuali coperture di portafoglio e dall’altro vantano l’assenza dell’effetto dell’interesse composto (il cosiddetto compounding, ndr) che spesso può che produce spiacevoli sorprese alle performance quando si mantengono le posizioni per un periodo di tempo prolungato”. Una differenza cruciale, a detta della responsabile dell’istituto transalpino, sia rispetto ai certificati a leva fissa (anch’essi trattati al SeDex) sia agli Etn a leva quotati sul mercato EtfPlus di Borsa Italiana, dove tra i più scambiati ci sono quelli legati al trend delle valute quali l’euro dollaro e l’euro/yen e l’euro/sterlina e delle commodity quali oro e petrolio.

Nel dettaglio, per quanto riguarda la gamma delle leve offerte si va per esempio sul certificato long legato al petrolio Brent da 4 a 14 e sullo short da 4 a 17. “Diamo quindi all’investore un’ampia scelta di strumenti molto efficienti (anche perchè privi del suddetto effetto compounding) che permettono di restare investiti su sottostante con tempistiche anche superiori alla singola seduta, a differenza dei prodotti a leva fissa per i quali noi suggeriamo di non andare oltre l’intraday”.

Non solo. “La tempistica di questa emissione – fa notare Gregorini – è particolarmente fortunata visto il recente andamento sul mercato delle valute dell’euro/dollaro e su quello delle commodity del petrolio. Inoltre, tengo a far notare anche le recenti dinamiche del cambio tra euro e Lira turca e tra euro e Rand sudafricano, sui quali abbiamo strutturato anche in questo caso una nuova serie di Mini Future, vista la passione degli italiani per queste valute per così dire esotiche e in scia al successo dei bond legati a questi cross”.

Per quanto poi riguarda la formazione Bbp Paribas è sempre in prima linea: “A disposizione dei nostri clienti – sottolinea Gregorini – c’è un apposito tool per calcolare il livello di copertura necessario (https://investimenti.bnpparibas.it/certificates-leva/mini-future-certificate/calcolacopertura) a seconda del sottostante (azioni, indici, materie prime). In particolare, indicando il valore del portafoglio nel caso di indici e materie prime o il numero di azioni detenute in caso di sottostante azionario, e scegliendo il livello di leva desiderato, è possibile calcolare quanti Mini Future sono necessari al fine di coprire il portafoglio”. Ovviamente, occorre però considerare che il costo stimato della copertura dipende dal costo di finanziamento del Mini Future selezionato per effettuare la copertura e dal numero di giorni per i quali si desidera mantenere la posizione.

Come tutti i prodotti emessi da Bnp Paribas, anche questa nuova gamma Mini Future Certificate offre una serie di servizi aggiuntivi, tra cui quotazioni e grafici in tempo reale sul sito https://investimenti.bnpparibas.it/certificates-leva/mini-future-certificate e attraverso la APP Quotazioni di Borsa, oltre alla possibilità di creare degli alert personalizzati che segnalano i momenti più rilevanti della vita del Certificate (per esempio l’avvicinamento al livello di knock-out).

Clicca qui per scaricare la lista dettagliata con le caratteristiche dei nuovi certificati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi: accordo Arca e BNP Paribas

Certificati, Bnp Paribas a fianco di Telethon con una nuova emissione

Investimenti: sempre più verso un futuro tecnologico, inclusivo e sostenibile

NEWSLETTER
Iscriviti
X