Cina, riserve auree salgono a 1.000 tonnellate

A
A
A

Nonostante le smentite del Governo di Pechino, continua l’accaparramento di oro. Visto da molti come l’unica vera asset class a prova di crisi.

Avatar di Marco Mairate28 aprile 2009 | 09:10

I prezzi dell’oro in Asia continuano a salire, soprattutto dopo che il Governo cinese ha detto di aver portato le riserve auree nazionali a 1.054 tonnellate.

Secondo l’agenzia di stampa  Xinhua il Governo cinese avrebbe aumentato le proprie riserve di oro di 454 tonnellate dal 2003.

Gran parte degli acquisti compiuti da Pechino sono occorsi dalla seconda metà del 2008, quando sui mercati l’oro era visto come l’unica via di salvezza contro la crisi finanziaria.

Ma l’attività sui mercati delle materie prime è proseguita e anche durante le ultime due settimane, la Cina ha continuato a comprare ora.

Anche le banche americane avrebbero acquistato diverse opzioni call sul future dell’oro, e almeno una investment bank avrebbe acquistato opzioni call sul mercato Comex con scadenza dicembre 2009 e un prezzo di esercizio di 1000 e 1.200 dollari/oncia.

Ad oggi l’allocazione degli investitori verso il metallo prezioso  ancora a zero. Infatti gli investitori sembrano ancora preferire strumenti come i buoni del tesoro di breve scadenza e i depositi cash.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le nuove prospettive del consumatore cinese secondo Bnp Paribas AM

Usa-Cina: tensione sul filo di lana

Cina, il Dragone ha il fiato corto

Investimenti, il Dragone ci vede lungo

Dazi, trattativa per la pace tra Usa e Cina

MSIM: il peso della Cina sulla crescita globale

Ubs non ha paura dello yuan

Tasso fisso sulle ali del Dragone

Record di guadagni per la donna più ricca di Cina

Private banking, chi comanda nel mercato cinese

La Cina vieta le Ico, crollano le quotazioni di Bitcoin ed Ethereum

Gam, in Cina, è il momento di guardare alle banche e all’old economy

Rimosso Yao Gang, il re delle Ipo cinesi: era corrotto

Cina, prima condanna per manipolazione dei mercati tramite lo speed trading

Cina: crescono i ricchi, ma meno che in passato

Paperoni con gli occhi a mandorla

La Cina standardizza i BigData

Il mobile banking dilaga nella Cina rurale

La “lunga marcia” di China Rapid Finance

JD Finance pronta a camminare da sola

Non si ferma la crescita di Credit China

Nuovo crollo del Bitcoin: la colpa è ancora della Cina

“Un sospeso” da Starbucks con WeChat

Ethenea: il dollaro forte pesa sulla Cina

Fidelity: Cina, cosa porterà l’anno del Gallo

Fintech PapaNatale in Cina

McCabe (Aberdeen Am): “Cosa aspettarsi sul mercato dei bond cinesi”

Yuan in recupero sul dollaro, borse asiatiche emergenti positive

Ubp: Cina, nel 2017 occhi puntati sull’azionario

In Cina lanciato megafondo Fintech da 1,5 miliardi di dollari

Per Rabobank la Cina resterà fonte di preoccupazioni

Sempre più fondi per il Fintech pechinese

Cina, primi stress test sull’asset management

Ti può anche interessare

I mercati fanno paura, retromarcia sulla manovra

Rapporto deficit/pil destinato a scendere a partire dal 2020 ...

Oggi su BLUERATING NEWS: il caso Pimco/Unicredit, Poste cerca consulenti

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Borse, scatta la corsa a oro e beni rifugio

La volatilità sui listini azionari alimenta gli acquisti su oro, yen e Bund ...