Il CAD ha la possibilità di guadagnare dopo la decisione di BoC?

A
A
A
di Finanza Operativa 9 Luglio 2018 | 14:45

A cura di Xtb
Osservando la verosimiglianza implicita nell’OIS si può notare che un rialzo dei tassi dalla Bank of Canada questa settimana sembra essere una conclusione scontata. Nondimeno, anche se la mossa è stata già valutata a circa l’85%, ci sono alcuni motivi in ​​più per aspettarsi che il CAD possa sovraperformare la sua controparte dagli Stati Uniti nei prossimi mesi. In questa analisi stiamo mostrando il nostro ragionamento dietro questa convinzione.

La Bank of Canada tende a tenere il passo con i tassi di interesse statunitensi. Fonte: Bloomberg, XTB Research
 
Nel corso della scorsa settimana abbiamo ottenuto letture macroeconomiche piuttosto inequivocabili dall’economia canadese, ma il tono generale delineato dal BoC non è cambiato affatto. Cominciamo con un rapporto sull’occupazione per maggio (non pubblicato lo scorso venerdì) che ha portato una leggera delusione in termini di occupazione a tempo pieno, facendo salire l’USDCAD un po ‘più in alto. Ciò nondimeno, uno dei punti cruciali – la crescita dei salari – ha mostrato un altro solido numero di aspettative (nonostante un effetto base piuttosto elevato). Nel frattempo, una release di giugno che ci è stata offerta lo scorso venerdì ha portato un miglioramento in termini di occupazione a tempo pieno con 9,1 mila nuovi posti di lavoro, e un cambiamento complessivo nell’ultimo mese è stato di 31,8 mila, chiaramente più alto rispetto a 24k previsti da economisti intervistati da Bloomberg. Nel frattempo, c’erano due grandi delusioni però. Il primo proveniva dal lato dell’inflazione e il secondo dalle vendite al dettaglio. L’inflazione ha mancato le aspettative a maggio, a sua volta le vendite al dettaglio hanno prodotto il numero ben al di sotto del consenso di aprile.
Infine, vale la pena dare un’occhiata all’analisi della stagionalità in quanto alcuni potrebbero trovare utile nel trading. Concentrandoci sulla storia che comprende gli ultimi 10 anni, possiamo notare che luglio è stato il secondo mese peggiore per la coppia in media, e finora questo scenario è stato soddisfatto in quanto il CAD ha leggermente sovraperformato il dollaro USA. Inoltre, un’analisi tecnica sembra anche offrire un segnale ribassista per l’USDCAD tenendo conto di un arco di tempo settimanale.

La coppia non è riuscita a passare attraverso 1.34, e di conseguenza si è spostata verso il basso. Gli obiettivi per i venditori potrebbero essere localizzati a 1.2750, 1.2450 e infine a 1.2120. Dato che la riunione della BoC potrebbe portare una maggiore volatilità tra le coppie CAD, si potrebbe prendere in considerazione un ordine di arresto più ampio ponendolo sopra 1,3390. Fonte: xStation5

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credit Suisse: “Preferire le valute a rendimento elevato e lo yen”

NEWSLETTER
Iscriviti
X