Europa, i settori da tenere d’occhio con il ritorno della volatilità

A
A
A
di Finanza Operativa 13 Luglio 2018 | 10:00

Di Marc Chapman, gestore del fondo HI Principia di Hedge Invest SGR

Analizzando l’andamento del mese notiamo una ripresa della volatilità associata alla macro, originata da diversi fattori: in primo luogo la retorica tra USA e Cina riguardante sanzioni e barriere commerciali e in secondo luogo un generale indebolimento dei fondamentali economici. Se guardiamo all’Europa, gli indicatori PMI in Germania e nell’Eurozona hanno registrato un rallentamento nelle ultime sei settimane.

Inoltre, abbiamo avuto newsflow riguardanti alcuni comparti e aziende. Il settore automotive sta soffrendo a causa di questo rallentamento e delle problematiche legate alle barriere commerciali. Nel corso del mese, Daimler ha rilasciato un profit warning e VW ha dichiarato che rallenterà la produzione nel quarto trimestre, impattando il sentiment sull’intero settore. A sua volta, questo rallentamento comporterà implicazioni negative sul settore dei semiconduttori e fornitori del settore automotive.

In questo contesto, la parte più rischiosa del portafoglio ha sottoperformato a giugno. I contributi positivi alla performance del mese sono arrivati invece da basket specifici composti da titoli ciclici: un basket materie prime che comprende i principali player in Europa operanti nel settore, e anche un basket di titoli tecnologici e indici generali di mercato.

In riferimento al posizionamento, il book lungo è principalmente esposto verso nomi con caratteristiche difensive. Le principali posizioni nel fondo sono legate al settore HealtchCare e legate all’andamento del dollaro che pensiamo possano fare bene in un contesto economico atteso più complicato. Il book corto è composto principalmente da società europee con caratteristiche cicliche, dove pensiamo che il vento a favore si stia adesso riducendo e dove pensiamo che il rischio associato agli utili sia piuttosto alto. Quindi come sempre la nostra intenzione è di ricercare nel nostro universo nomi trascurati dal mercato e che hanno una specifica tesi di investimento long o short, e che quindi offrono alpha potenziale elevato. Essenzialmente il fondo è market neutral in questo momento, e rimarrà tale a meno che non ci sia un significativo cambiamento del contesto di mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: mercati europei tra nuovi timori e ripresa economica

Investimenti, Europa: un mix di ottimismo e prudenza

Mercati: trimestrali pronte a stupire

NEWSLETTER
Iscriviti
X