Gli hedge fund vedono 'oro' nel proprio futuro

A
A
A
di Marco Mairate 14 Maggio 2009 | 14:15
Oro. Il metallo prezioso protagonista di un 2008 soddisfacente, sta ora lottando con il mercato azionario che si muove in controtendenza rispetto il prezzo del lingotto.

Non è più una novità. L’oro è ormai l’asset class antinflazionistica per eccellenza, nonché la scommessa contro un’ulteriore peggioramento della crisi e soprattutto dei debiti nazionali.

Dello stesso avviso è John Paulson, fondatore della società di investimento Paulson & Co. Che di ora ne ha fatto incetta, speculando sulla futura crescita delle quotazioni.

Alcune settimane fa, Paulson, attraverso la sua società ha sborsato 1,28 miliardi di dollari per rilevare l’11% del pacchetto azionario di AngloGold Ashanti Ltd.,uno dei primi estrattori del metallo prezioso.

Paulson ha compiuto anche un secondo acquisto in terra canadese. Si tratta di 28 milioni di azioni della Kinross Gold Corp, pari al 4% della società.

Ma Paulson non è solo in questa scommessa. Anche altri blasonati fondi hedge come Eton Park Capital Management LP, Greenlight Capital Inc. e Hayman Advisors LP hanno aumentato la propria esposizione verso l’oro come ‘assicurazione’ contro la continua immissione di denaro liquido da pare dei Governi, che molti credano non possa che portare ad uno stato di iperinflazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti