Il dividendo penalizza Piazza Affari

A
A
A
di Cosimo Baccaro 18 Maggio 2009 | 14:38
Piazza Affari dopo una mattinata difficile gira in positivo nel pomeriggio. Oggi 48 società hanno pagato il dividendo, pesando per circa il 2% sulle quotazioni del listino italiano. Turbolenze in Francia e Inghilterra sulle dichiarazioni di due importanti chairman.

La settimana borsistica inizia all’insegna dell’incertezza. Venerdì sera Wall Street ha chiuso negativo, questa mattina Tokyo ha fatto lo stesso. L’apertura delle piazze finanziarie europee ha subito evidentemente questi strascichi e quindi è stata negativa. Nel pomeriggio la situazione è cambiata, grazie anche all’apertura positiva degli Stati Uniti. Al momento tutte le borse europee si sono riportate in territorio positivo, compresa Piazza Affari.
Il listino di casa nostra paga un ulteriore handicap: 48 società oggi staccano il dividendo, di queste ben 22 fanno parte dello S&P/Mib. Gli esperti stimano che questa circostanza pesi sulle quotazioni dei listini italiani all’incirca per un 2% al ribasso.
Fra i 30 titoli dell’S&P/Mib, Unicredit in mattinata è stata sospesa per eccesso di rialzo. Il titolo nella scorsa settimana aveva fatto segnare tutte e cinque le sedute in negativo. Sul titolo incidono i giudizi contrastanti degli analisti. Deutsche Bank ha abbassato il prezzo obiettivo a 1,35 euro, KBW lo ha alzato a 2,3 euro, WestLB  ha tagliato la raccomandazione da neutral a reduce.
Anche [s]Generali[/s] sotto i riflettori. Stamattina sono usciti i dati di Genertel, la compagnia on-line del gruppo triestino. Il titolo in mattinata guadagnava spinto dalla notizia dell’incremento della quota di mercato di Genertel al 25,8%, dato ancora più positivo se si pensa che il mercato delle polizze auto è in contrazione. Il titolo in mattinata guadagnava oltre il 2%, per poi passare in territorio negativo nel pomeriggio.

A Londra intanto c’è turbolenza riguardo le vicende della banca inglese [s]Lloyds[/s].  Il titolo sulla piazza londinese guadagna il 5% spinto dall’annuncio delle dimissioni del presidente, [p]Victor Blank[/p]. Al suo posto è stato nominato il suo vice, Alexander Leitch. Il presidente è arrivato a questa decisione dopo le numerose critiche che gli sono piovute in seguito all’acquisizione della rivale Hbos. L’acquisto della banca che aveva nel suo portafoglio titoli tossici per miliardi di sterline ha poi portato Lloyds sull’orlo del fallimento, salvata in extremis dal governo inglese. La banca inglese ha inoltre comunicato che il 20 maggio farà ricorso ad un aumento di capitale di 4 miliardi di sterline per restituire al governo i fondi serviti per salvarla dalla bancarotta.

In Francia, fanno discutere le dichiarazione dell’amministratore delegato di Società Generale. [p]Frederic Oudea[/p] ha annunciato al quotidiano francese Le Parisien che il colosso bancario transalpino potrebbe riportare nuove svalutazioni durante il 2009. Inoltre l’a.d. ha anticipato che SocGen non ha intenzione di fondersi con altri istituti finanziari, ma tutt’al più di intraprendere delle collaborazioni in alcuni settori strategici.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 68,80 EUR -2,58%
American Express NYSE 24,23 USD -1,98%
Axa EURONEXT 12,03 USD -0,70%
Azimut BORSA ITALIANA 5,92 EUR 0,85%
Banca Generali BORSA ITALIANA 4,44 EUR 0,11%
Bank of NY Mellon NYSE 27,68 USD -2,67%
Barclays LSE 15,86 USD -0,25%
BlackRock NYSE 140,81 USD 0,56%
BNP EURONEXT 43,63 EUR 0,52%
BPM BORSA ITALIANA 4,60 EUR -1,50%
Citigroup Inc NYSE 3,48 USD -1,97%
Credit Agricole EURONEXT 10,37 EUR 1,87%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 44,28 CHF 0,18%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 40,01 EUR 2,07%
Dexia EURONEXT 4,47 EUR 4,93%
Fortis EURONEXT 2,40 EUR 12,05%
FT Inv. NYSE 60,10 USD -0,74%
Goldman Sachs NYSE 134,40 USD 0,60%
Henderson LSE 80,00 GBp 1,91%
HSBC Investments LSE 532,00 GBp -1,44%
ING EURONEXT 7,31 EUR 5,18%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,48 EUR 7,36%
Invesco NYSE 14,39 USD -4,32%
Janus Capital Group NYSE 8,62 USD -6,41%
Jp Morgan NYSE 34,91 USD -1,77%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 41,26 CHF 5,15%
Legg Mason NYSE 18,53 USD 2,15%
Man Group LSE 231,00 GBp 0,76%
Mediobanca BORSA ITALIANA 8,08 EUR 1,00%
Mediolanum BORSA ITALIANA 3,34 EUR -0,08%
Morgan Stanley NYSE 26,13 USD -1,66%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,29 EUR 1,74%
Natixis EURONEXT 1,46 EUR 2,17%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 60,20 SEK 3,08%
Raiffeisen wienerborse 26,25 EUR 1,35%
Schroders LSE 878,00 GBp -0,40%
Skandia (Old Mutual) LSE 67,10 GBp -0,15%
State Street NYSE 38,51 USD -1,84%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 15,04 CHF -0,73%
Unicredit BORSA ITALIANA 1,89 EUR -0,21%

Dati di chiusura del 15 maggio 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X