Dax, test cruciale a quota 12.355

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 21 Agosto 2018 | 11:30

A cura di Xtb

In seguito ai guadagni ottenuti a Wall Street ieri, anche le azioni asiatiche sono aumentate durante la sessione odierna. Tuttavia, tra le società australiane si è osservata una certa debolezza poiché l’indice S&P/ASX 200 (AUS200) ha cancellato lo 0,96%. Oltre a ciò, il giapponese Nikkei (JAP225) ha aggiunto lo 0,19%. In Cina Hang Seng (CHNComp) è scambiato all’1,05% in più.

La maggior parte degli indici europei di blue chips hanno aperto in ribasso martedì. I benchmark di Spagna, Germania, Italia e Francia sono stati scambiati al di sotto dei prezzi di chiusura di ieri nei primi minuti di scambi mentre i titoli azionari di Russia, Polonia e Svezia sono riusciti a ottenere guadagni minori. Tutte i 19 sottoindici settoriali dell’indice Euro Stoxx 600 hanno mostrato debolezza durante l’apertura con le maggiori flessioni registrate tra i media e le agenzie di viaggio.

Sta diventando sempre più probabile che la bozza della Brexit non sarà pronta prima del vertice dei leader dell’Unione europea del 20 settembre. Si dice che sia uno dei motivi per cui i leader francesi e tedeschi si incontreranno all’inizio di settembre. Durante l’incontro a Parigi Angela Merkel e Emmanuel Macron discuteranno le questioni relative alla partenza dal Regno Unito dall’UE. Tra le altre questioni si dice che i leader discutano dell’immigrazione e delle elezioni del Parlamento europeo che si terranno nel 2019 dopo la conduzione della Brexit. Detto questo, gli investitori dovrebbero essere consapevoli che il flusso di notizie in arrivo nel giorno della riunione potrebbe produrre oscillazioni di prezzo più selvagge su alcune delle risorse europee.

Principali Borse europee dopo la prima ora di scambio:
DAX (DE30): + 0,25%
FTSE 100 (UK100): -0,29%
CAC40 (FRA40): + 0,18%
IBEX 35 (SPA35): + 0,36%
FTSE MIB (ITA40): + 0,33%


DE30 verifica il livello di resistenza a 12355 punti. Fonte: xStation5

In linea con la nostra precedente analisi, DE30 è salito al livello di resistenza a 12355 punti. Il benchmark tedesco non è riuscito a superare il livello di ieri ma, dopo un breve ritiro, sta testando ancora una volta la suddetta resistenza. Se i tori riescono a superare questo ostacolo, la prossima tappa potrebbe essere l’area 12450 punti. Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che la media mobile a 33 (linea verde nella tabella sopra) aumenta il significato dell’area di 12355 punti, quindi una rottura più alta potrebbe essere più difficile da raggiungere. Nel caso in cui i compratori si arrendano, non è possibile escludere una possibilità che il prezzo torni al precedente livello di swing a 12150 punti.

Bayer (BAYN.DE) supera le altre componenti DAX sul retro dell’azione positiva dell’analista. Fonte: Bloomberg
Bayer (BAYN.DE) si è trovato sotto pressione dopo l’acquisizione di Monsanto. La Monsanto ha dovuto affrontare un processo sul suo prodotto Roundup in quanto si riteneva che fosse una causa di cancro. Nella prima metà di agosto la compagnia ha perso la causa giudiziaria che ha provocato la vendita di azioni Bayer. Il prezzo delle azioni è crollato di oltre il 20% dall’inizio del mese, ma è riuscito a recuperare alcune perdite. Ciò ha portato alla situazione in cui alcuni analisti, ad esempio i professionisti di Berenberg, affermano che il mercato ha reagito in modo esagerato e che Bayer è “estremamente scontato” ora. A sua volta Berenberg ha deciso di aggiornare il titolo per “comprare” spingendo un’azione positiva sui prezzi. Di conseguenza Bayer commercia come leader DAX.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il valore nascosto dell’healthcare

Tre titoli su cui investire in Germania

Bayer, Morningstar conferma il fair value

NEWSLETTER
Iscriviti
X