Switch Btp Italia – Btp€.i.

A
A
A
di Finanza Operativa 22 Agosto 2018 | 18:30

A cura di Marzotto Sim
La ripresa delle pressioni di vendita sui titoli di stato italiani – in vista della legge di bilancio attesa ad ottobre – non ha escluso il segmento inflation-linked. Tra i titoli legati all’inflazione, però, notiamo una divergenza tra i BTP€.i. ed i BTP Italia. Quest’ultimi, sono stati particolarmente favoriti dal mercato rispetto ai linkers italiani legati all’inflazione europea. Ciò sembra essere riconducibile principalmente a due fattori:

  • Rischio di Credito:

I BTP Italia godono di un rischio di credito leggermente inferiore rispetto ai BTP€.i.. Ciò è dovuto al fatto che il BTP Italia paga la rivalutazione del capitale ad ogni cedola, mentre nei BTP€.i. la rivalutazione del capitale viene accumulata e pagata esclusivamente a scadenza. Pertanto, l’investitore che decide di comprare i BTP legati all’inflazione europea è di fatto esposto ad un rischio di credito maggiore.

  • Aspettative d’inflazione

Nonostante i buoni dati sull’inflazione di luglio (EU 2.1%, IT 1.9%), nell’ultimo mese i mercati hanno visto particolarmente al ribasso le stime d’inflazione dell’Area Euro. Le aspettative d’inflazione italiana, invece, hanno sofferto relativamente meno. Ciò è probabilmente dovuto alla relativa discesa del petrolio che ha raggiunto  i 67 dollari al barile.

Pertanto, investitori istituzionali detentori di BTP Italia, potrebbero valutare di sfruttare questa fase di pressione ed effettuare uno switch da BTP Italia a BTP€.i., specialmente tra i titoli che scambiano nella parte medio bassa della curva. Ad esempio in corrispondenza della scadenza maggio 2023, il BTP€.i. offre un rendimento atteso 57 Bps maggiore del titolo a tasso fisso equivalente – 5Bps in più del BTP Italia. Ciò è particolarmente interessante, soprattutto considerando la minore liquidità dei linkers legati all’inflazione italiana, i quali infatti scambiano solitamente al di sotto dei BTP€.i. di pari scadenza. A questa fase di divergenza, però, resta immune il BTP Italia con scadenza aprile 2020, il quale offre ancora un rendimento atteso di circa 70 Bps maggiore del titolo a tasso fisso equivalente.
Di seguito una tabella con le emissioni di BTP€.i. e BTP Italia nel tratto breve della curva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, ecco perchè i Btp sono irresistibili

Bot People, la disfatta della superstar degli anni ’90

Investimenti, Btp e Bund: prospettive tra aumento dello spread e rendimenti in salita

NEWSLETTER
Iscriviti
X