Nuovo BTP quinquennale, l’opinione di Marzotto Sim

A
A
A
di Finanza Operativa 30 Agosto 2018 | 14:30

A cura dell’Ufficio Studi di Marzotto Sim

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha annunciato l’emissione di un nuovo BTP quinquennale con scadenza 01/10/2023 a tasso fisso. Secondo il comunicato diramato dal MEF il nuovo titolo avrà una cedola del 2.45%, l’importo offerto è compreso tra i 3/3.75 miliardi.

L’attuale rendimento del Btp quinquennale benchamark (BTPS 0.95 03/01/23) si attesta al 2.44%. Il CTZ andato in asta ieri ha riscosso un buon successo in termini di domanda ( bid to cover 1.87) ma con un rendimento in aumento di 63 basis rispetto all’ultima asta. Tali elementi ci possono suggerire che tutta la curva e soprattutto i segmenti interessati saranno particolarmente appesantiti dall’asta infatti oltre al nuovo quinquennale verranno riaperti altri tre titoli per un totale di circa 10 mln di euro di offerta.

Crediamo che il titolo verrà prezzato sotto la pari per offrire un rendimento del 2.55/2.6 a coloro che parteciperanno all’asta primaria.
L’attuale movimento della curva dei tassi di interesse italiani potrebbe spaventare gli investitori, tuttavia un esito positivo delle aste potrebbe invertire il movimento dello spread riportando il decennale in area 250.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, ecco perchè i Btp sono irresistibili

Bot People, la disfatta della superstar degli anni ’90

Investimenti, Btp e Bund: prospettive tra aumento dello spread e rendimenti in salita

NEWSLETTER
Iscriviti
X