Moda: D&G accusati di evasione record

A
A
A
di Marco Mairate 27 Maggio 2009 | 15:00
Dopo Pavarotti, Tomba, Fisichella, Valentino Rossi ora anche il duo Domenico Dolce e Stefano Gabbana finiscono nel radar del fisco italiano.

Secondo il sito del NYT, Domenico Dolce e Stefano Gabbana (nella foto con Victoria Beckam) sono accusati di evasione fiscale che potrebbe comportare per loro una pena pecuniaria di 1,12 miliardi di dollari.

In dettaglio gli inquirenti sostengono che i due stilisti non pagarono il giusto prezzo quando vendettero il marchio Dolce e Gabbana e D&G alla holding lussemburghese Gado srl. L’operazione che risale al 2004, vide la coppia ricevere solo 447,8 milioni di dollari dall’operazione; sfortunatamente la polizia sostiene che i valori in gioco erano ben altri (1,37 miliardi di dollari) cosa che di fatto ha aiutato i due a pagare meno tasse sulla cessione.

E’ la seconda volta che la coppia celeberrima finisce in guai fiscali. Nel febbraio del 2008 il nucleo tributario della Guardia di Finanza di Milano accertò che Domenico Dolce e Stefano Gabbana, avevano sottratto all’Erario, tra il 2004 e il 2006, un imponibile di 259 milioni di euro. Ovvero quasi 90 milioni di euro per l’Agenzia delle Entrate. Una somma che i due stilisti hanno deciso di saldare per intero e con grande discrezione.

Ma ancora, il 5 settembre del 2007, la Guardia di Finanza, dopo un lungo lavoro di indagine, notificò a Domenico Dolce e Stefano Gabbana un processo verbale di accertamento. I militari documentarono che per tre anni consecutivi, nel 2004, 2005, 2006, il gruppo ha nascosto agli occhi dell’Erario cifre consistenti e crescenti. 67 milioni di euro nel 2004. 77 milioni di euro nel 2005. 115 milioni di euro nel 2006.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X