Opzioni, Binck è la prima banca online italiana a offrire le weekly Usa

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 26 Settembre 2018 | 11:45

Binck Italia, dopo aver sorpreso i traders offrendo la possibilità di ricevere un rimborso fino a 5000 euro è la prima banca online italiana a proporre il mercato delle opzioni settimanali Usa. BinckBank, il gruppo olandese quotato sul listino Euronext della Borsa di Amsterdam, ha infatti annunciato ufficialmente che a partire da 24 settembre su tutte le piattaforme offerte (ProTrader, WebStart, e BinckApp) sono disponibili le seguenti classi di opzioni USA:

Opzioni su azioni:

  • Apple
  • Amazon.com
  • Alibaba
  • Facebook
  • Alphabet (google)
  • Microsoft
  • Micron Technology
  • Netflix
  • NVIDIA
  • Tesla

Opzioni su indici/ETF:

  • S&P500
  • SPDR S&P500 ETF
  • Invesco QQQ ETF (Nasdaq100)

“Negli ultimi mesi abbiamo lavorato per poter introdurre nell’offerta di Binck anche le opzioni settimanali quotate negli Stati Uniti”. Spiega Vincenzo Tedeschi, Direttore Generale di BinckBank Italia. “Abbiamo accolto con interesse la richiesta avanzata da alcuni nostri clienti e ora siamo entusiasti di poter aggiungere anche questo prodotto nel paniere dei prodotti sui quali è possibile operare dalle nostre piattaforme. L’operatività su questi nuovi strumenti rende l’offerta di Binck sule opzioni la più ampia oggi disponibile in Italia. Inoltre il sistema per la marginazione in global position offerto da Binck permette una efficiente gestione dei margini e delle coperture, sia multiasset sia multicurrency”.

Opzioni settimanali: vantaggi e svantaggi del breve termine

La differenza fra Opzioni mensili e settimanali è, in sintesi, che accorciando le scadenze ora è possibile avere scadenze 52 volte all’anno invece di 12, dando la possibilità ai traders di approfittare del fenomeno della rapida accelerazione della curva del time decay (tempo di decadimento) nella settimana finale di scadenza. Tutte le strategie applicate sulle Monthly sono applicabili quindi sulle Weekly (naked, spread, condor…) permettendo una strategia di brevissimo termine su un particolare movimento del mercato o su una particolare notizia.

L’accorciamento dei tempi porta con sé ovviamente delle conseguenze legate alla minore disponibilità dei tempi necessari per aggiustare una strategia, alla difficoltà di gestire il rintracciamento del titolo e, non per ultimo, gli strikes possono avere spread molto ampi in alcuni casi mentre in altri avere un open interest e volumi buoni. Per i rischi associati allo strumento e per prendere visione di costi e oneri connessi si rimanda alla consultazione della documentazione presente sul sito binck.it

Per chi già utilizza le Monthly, le Weekly possono risultare molto interessanti: in ogni caso è sempre bene ricordarsi la regola d’oro di ogni investitore: Investire in base alla propria conoscenza ed esperienza con particolare attenzione agli effetti che l’investimento può comportare sulla propria disponibilità economica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Scopri la video agenda della prima giornata di appuntamenti Binck Bank a ITForum

Saxo Bank pubblica l’offerta formale per le azioni emesse di BinckBank

I titoli più presenti nei portafogli e quelli più scambiati dai clienti di Binck. Ecco la classifica del 2017

NEWSLETTER
Iscriviti
X