Massimo Capuano, numero uno anche nello stipendio

A
A
A
di Fabio Coco 4 Giugno 2009 | 08:40
Al 31 marzo, Massimo Capuano risulta essere il manager più pagato del London Stock Exchange, precedendo in questa speciale classifica, anche l’ex ceo Clara Furse. La remunerazione dell’amministratore delegato di Borsa Italiana è stata, infatti, pari a 1,77 milioni di euro, bonus compresi.

Come si evince dai dati trimestrali di bilancio, [p]Massimo Capuano[/p] è il manager più pagato del London Stock Exchange. L’amministratore delegato di Borsa Italiana nonché deputy chief executive officer del Lse, al 31 marzo ha ricevuto una remunerazione, bonus compresi, pari a 1,549 milioni di sterline, contro gli 1,344 dell’ex ceo [p]Clara Furse[/p], la quale rimarrà comunque nel cda almeno sino a luglio 2009. Come riferisce Milano Finanza, lo stipendio base di Capuano è pari a 625 mila sterline, mentre [p]Xavier Rolet[/p], il nuovo ceo che subentra a Clara Furse, percepisce uno stipendio base di 650 mila sterline.

Il presidente di Palazzo Mezzanotte a Piazza Affari, ovvero Angelo Tantazzi, invece, ha una remunerazione complessiva di 632 mila sterline. Considerando anche i bonus, il quotidiano spiega come tale premio sia sceso da 714 mila sterline del 2008 a 562 mila in questo primo trimestre 2009, mentre il salario, comprensivo di pensione e benefit vari, è stato pari a 907 mila sterline.

Nell’esercizio 2008, Massimo Capuano aveva percepito un bonus aggiuntivo di 219.683 sterline (circa 300 mila euro) per i tre mesi di adeguamento fiscale di Borsa Italiana, che chiudeva il 31 dicembre, rispetto a quello dell’Lse, che chiude il 31 marzo appunto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da Lgim un innovativo strumento sulle commodity a Piazza Affari

Borsa Italiana: al via l’Italian Equity Week

DWS Group, tonfo a Francoforte. Indagini USA su investimenti ESG

NEWSLETTER
Iscriviti
X