Bain Capital entra nel mercato italiano dei Npl

A
A
A
di Chiara Merico 22 Febbraio 2017 | 09:22
Acquisita Heta Asset Resolution Italia S.r.l. (Harit), precedentemente nota come Hypo Alpe-Adria Leasing S.r.l.), società con sede a Tavagnacco (Udine) attiva nel leasing immobiliare e sottoposta alla supervisione della Banca d’Italia.

L’OPERAZIONE – Fondi gestiti o assistiti da Bain Capital Credit LP hanno (indirettamente tramite la propria piattaforma di acquisizione irlandese) completato l’acquisizione di Heta Asset Resolution Italia S.r.l. (Harit) da HETA Asset Resolution AG, inclusi tutti i prestiti infragruppo in essere. Harit (precedentemente nota come Hypo Alpe-Adria Leasing S.r.l.) con sede a Tavagnacco (Udine) è attiva nel leasing immobiliare ed è sottoposta alla supervisione della Banca d’Italia. Con circa 90 dipendenti, la società gestisce un portafoglio di proprietà con un book value lordo di 570 milioni di euro (dato aggiornato a dicembre 2016), composto principalmente da immobili rimpossessati e contratti di leasing performing e non-performing. L’acquisizione include la piattaforma e i dipendenti di Harit, al fine di gestirne il portafoglio.

PRIMA OPERAZIONE – Si tratta della prima acquisizione di un portafoglio Npl da parte di Bain Capital Credit in Italia, e segue il successo degli investimenti europei in Npl effettuati in Spagna, Grecia, Irlanda e Regno Unito. “Con questo investimento siamo lieti di entrare nel settore del credito e del real estate non performing italiano”, ha detto Alon Avner, managing director e responsabile di Bain Capital Credit in Europa.”L’Italia è un mercato interessante e attraente, in cui abbiamo intenzione di diventare un investitore di primo piano, utilizzando Harit come piattaforma per servire qualsiasi tipo di credito in sofferenza e gestirne il collaterale sottostante”, ha dichiarato Fabio Longo, managing director e responsabile dell’attività di Bain Capital Credit in Europa nei settori degli Npl e del Real Estate. “Con circa 200 miliardi di euro di  sofferenze, l’Italia è uno dei più grandi mercati in Europa. Siamo convinti di poter aiutare le banche nel processo di deleverage acquistando ulteriori portafogli di crediti in sofferenza, come abbiamo fatto altrove in Europa e nel mondo”. EY ha agito come advisor finanziario per Bain Capital Credit. Cerved Credit Management ed Etna Advisors hanno agito come advisor per la valutazione dei crediti e degli immobili. Linklaters e Wolf Theiss Rechtsanwälte GmbH hanno agito come consulenti legali e fiscali; K2Real, REAG Debt Advisory Services – Duff&Phelps e CBRE hanno agito come consulenti immobiliari

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fiat Chrysler Automobiles come Italo?

Banca Carige, per Moody’s il rischio risoluzione cresce

Bain, affare milionario con Toshiba

NEWSLETTER
Iscriviti
X