Bluerating, Wall Street resta in stato di grazia

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 22 Febbraio 2017 | 10:36

WALL STREET SEGNA NUOVI RECORD – La giornata di riposo ha fatto bene a Wall Street, tornata ieri in attività dopo il President’s Day con un triplo record storico di S&P500, Dow Jones e Nasdaq. Anche sul Blueindex si nota la forza del mercato americano, con Janus Capital Group che guadagna facilmente la testa della classifica giornaliera con un rialzo del 2,73% precedendo Legg Mason (+2,18%), mentre il terzo miglior risultato è del gestore britannico Henderson Group (+2,05%), che lo scorso ottobre ha annunciato l’acquisizione proprio di Janus Capital.

INVESTITORI DELUSI DA HSBC E BANCA MEDIOLANUM – Completano le posizioni di vertice altri due nomi a stelle e strisce, Invesco e Franklin Resources, uniche altre componenti del paniere in grado di chiudere con un rialzo superiore al punto percentuale. La giornata di ieri ha inoltre visto affiorare nuove prese di profitto in Europa, complici i risultati sotto le attese di Hsbc Holdings (che ha chiuso in calo del 6,54%) e previsioni di un andamento meno brillante del previsto per Banca Mediolunm (-6,73%). A completare un quadro decisamente sottotono per i mercati europei, e di Milano in particolare, ieri si sono avuti cali ampiamente superiori al punto percentuale anche per Unicredit, Banca Generali, Azimut e Banco Bpm.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, la raccolta netta cresce e sfiora il miliardo

Reti, ecco la classifica degli ad più generosi

Banca Mediolanum, i compensi ai Family Banker

NEWSLETTER
Iscriviti
X