Leonardo prova a rialzare la testa

A
A
A
di Finanza Operativa 16 Ottobre 2018 | 16:00

Dopo la conferma della tenuta del supporto statico posto in zona 4,25 euro, si moltiplicano i segnali di recupero per Leonardo, che oggi ha oltrepassato a quota 4,40 di slancio la trendline discendente che da inizio maggio bloccava i tentativi di inversione del titolo incrociando poi al rialzo in area 4,45 euro le coincidenti medie mobili a 21 e 50 sedute.

Un movimento che, considerando l’ancora ampia distanza dalla zona di ipercomprato tecnico dei principali indicatori e oscillatori, favorisce un ulteriore allungo dei corsi. In quest’ottica i prossimi obiettivi sono individuabili in prima battuta in zona 4,60/4,675 e, in seguito, a quota 4,80. Cruciale però posizionare uno stop loss molto rigido a quota 4,40, livello al di sotto del quale si profilerebbe una nuova correzione.

Da segnalare poi che ieri la marina militare tedesca ha annunciato l’intenzione di acquistare nuovi elicotteri e che Leonardo è in pole position per la fornitura. Negli ultimi 12 mesi il titolo a perso a Piazza Affari oltre il 33% e, alla quotazione attuale, il rendimento del dividendo è pari all’1,42 per cento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ftse Mib alle prese con un “inverted hammer”. Le azioni sotto la lente

Ftse Mib, prossimo movimento di consolidamento o di distribuzione?

Leonardo al test della trendline discendente di medio termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X