Hedge – Riforma sotto scacco

A
A
A
di Matteo Chiamenti 9 Giugno 2009 | 12:20
Quando tutto sembrava ormai pronto alla partenza, con la direttiva varata il 29 di aprile, la riforma sui fondi hedge è rimandata a Strasburgo, dove l’accoglienza da parte di diversi partiti politici non si preannuncia delle migliori.

Se non tutti i mali vengono per nuocere, è anche vero che le lobby non vengono generalmente a portare del bene. E così capita che la tanto agognata riforma dei fondi hedge venga rimessa in discussione, come riporta Milano Finanza, anche su pressione delle stesse. Sullo sfondo vi è la netta affermazione alle elezioni europee del partito popolare, tendenzialmente propenso a rivedere in parlamento alcuni punti fondamentale del disegno della normativa; in aggiunta a ciò, vi è la crescita dei cosiddetti euroscettici (le formazioni estremiste e autonomiste, con 35 seggi), che lascia aperti scenari fumosi della stessa.

Le nuove norme su fondi hedge e private equity, dovrebbero fissare rigidi requisiti di capitale, ai fini di evitare futuri scandali in stile Madoff. Il problema è che il neonato parlamento dovrà confermare queste regole, (che verteranno sull’obbligo della banca depositaria, sui controlli diretti che graveranno in capo al gestore del fondo e sull’ampliamento del capitale minimo a 125.000 Euro), cosa che non appare così scontata. A ribadire questa nuova aria europea vi è anche la nuova bozza di discussione dell’Ecofin, che prevede la richiesta ai vari ministri delle finanze, di evitare futuri aiuti di stato a istituti privati.
 
Per fortuna, in mezzo a questi nuovi dubbi, si salva la direttiva di tutela dei depositi e della moneta elettronica, alla quale non resta che venire recepita dai diversi paesi europei. Non rimane quindi che incrociare le dita e sperare nel buon senso del parlamento; una volta tanto nessuno se la sentirebbe di condannare uno spirito di emulazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti