Sir Allen Standford finisce in manette

A
A
A
di Marco Mairate 19 Giugno 2009 | 15:00
Dopo quasi 6 mesi dallo scoppio del secondo scandalo finanziario più importante degli Stati Uniti (8 miliardi sarebbe l’ammanco totale), il re del cricket con la passione per le belle donne viene arrestato nella sua casa in Virginia.

Sir Allen Stanford, il miliardario texano accusato di avere messo in piedi una frode finanziaria attraverso la sua banca, è stato arrestato dall’FBI giovedì notte a Richmond, Virginia.

Oggi dovrebbero essere presentati i capi d’accusa dal giudice federale di Houston, ha detto l’FBI. L’inchiesta ha raggiunto una svolta quando le autorità americane sono riuscite ad allargare le indagini dal piano civile (per cui è sotto inchiesta da parte della SEC) a quello penale.

Già lo scorso febbraio, due dei più stretti collaboratori di Standford, Laura Pendergest-Holt e James Davis, erano stati fermati dalle autorità federali perchè accusati di intralcio alle indagini sulla banca con sede ad Antigua, la Stanford International Bank (SIB).

La Pendergest-Holt (foto), chief investment officer di Stanford Financial Group, di cui SIB fa parte, è stata poi arrestata e interrogata lo scorso maggio per avere intralciato il lavoro della SEC.La donna ha comunque negato qualsiasi atto criminoso all’interno del suo operato.

Da quando è partita l’inchiesta Allen ha sempre negato qualsiasi irregolarità nella gestione dei suoi affari, in particolare si è scagliato contro Ralph Janvey, il curatore nominato dal tribunale, che ha prontamente preso in mano tutte le attività collegate a Standford, compresi i suoi asset personali.

IL PERSONAGGIO

Classe 1950 sei figli e texano di origini, Robert Allen Stanford, è il classico HNWI americano con interessi nella finanza, grande passione per lo sport e una figura ben nota negli ambienti filantropici statunitensi.

Grazie al doppio passaporto, americano e antiguano (da dieci anni  Sir Stanford risiede tra le lussureggianti palme delle Isole Vergini statunitensi e precisamente a St Croix) Standford ha potuto costruire un vero e proprio impero che spazia dal sudamerica fino al Texas.

Ricchissimo (205esimo della lista Forbes con due miliardi di dollari di patrimonio personale), Standford fa i primi soldi nei primi anni ottanta nel settore immobiliare (a Houston). Da allora è tutto un successo. Espande l’attività costruita dal nonno e si butta nel mondo della finanza, creando una società di gestione per grandi patrimoni. Sotto il nome di Standford Financial Group, si occupa degli asset di 136 società sparse in sei continenti per un patrimonio gestito prossimo ai 50 miliardi di dollari.

Appassionato di sport, Stanford sponsorizza diversi eventi nel golf, polo, tennis, cricket, una delle grandi passioni di Standford che crea addirittura un torneo chiamato Stanford 20/20. Il successo dell’evento tocca il suo culmine nel 2008 quando riesce a firmare un contratto con la nazionale inglese di Cricket per un torneo di 5 incontri contro gli Stanford Superstars.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Sir Allen Standford si dichiara innocente

Sir Allen Stanford – lo 007 del Governo USA

Sir Allen Stanford piange prima del processo (video)

NEWSLETTER
Iscriviti
X