World Wealth Report: nel 2008 scompaiono 2 milioni di milionari

A
A
A
Avatar di Marco Mairate 24 Giugno 2009 | 11:48
La crisi economica e finanziaria non risparmia nessuno e il numero degli High Net Worth Individuals globale scende a 8,6 milioni di individui segnando una flessione del 14,9% sul dato del 2007. Complessivamente, la popolazione di chi detiene più di un milione di dollari in asset finanziari e immobili controlla un patrimonio di 32.800 miliardi di dollari.

L’appuntamento con il più importante studio sulla ricchezza del pianeta incontra il primo ostacolo della sua indagine ultra decennale.

Lo studio, condotto da Cap Gemini in collaborazione con Merrill Lynch Wealth Management, ha condotto un’indagine tra 1.400 wealth managers in tutto il mondo, per un totale di 158.00 clientie in oltre 71 paesi. Forte di questo network di indagine, lo studio riesce così a fornire un quadro abbastanza dettagliato del numero totale degli HNWI e UNWI  del pianeta, il patrimonio che questi soggetti controllano e come questi soldi vengono investiti.

“Il 2008 è stato uno dei peggiori anni dalla crisi finanziaria del 1929 e questo ha avuto un impatto significativo sul numero e il patrimonio degli HNWI di tutto il pianeta” con queste parole Mauro Masciarelli, vice presidente di Cap Gemini Italia, introduce il WWR del 2009. La fotografia dello scorso anno è chiara: il crollo delle borse nella seconda metà del 2008 ha letteralmente falcidiato il patrimonio globale dei miliardari, riducendone l’ammontare complessivo e imponendo una serie revisione in termini di investimenti finanziari (fly to heaven). Il tutto caratterizzato da una progeressiva avanzata delle economie emergenti e dalla frenata degli Stati Uniti.

I NUMERI DEL RAPPORTO

La popolazione degli HNWI mondiali segna un calo del 14,9% tra il 2007 e il 2008. Il numero di coloro che detengono più di un milione di dollari tra asset finanziari e immobili (escluse le residenze per uso abitativo) si attesta a 8,6 milioni (erano 10,1 milioni nella rilevazione precedente). Brusco calo anche per il patrimonio di questi soggetti, che in linea con la flessione dei mercati e la contrazione delle economie, registra un arretramento del 19,5% per un totale di 32,8 trilioni di dollari (erano 40,7 trilioni nel 2007).

Ancora peggio è andata agli UNWI (coloro che dispongono di un patrimonio superiore ai 30 milioni): in questo caso la contrazione è stata del 24,6%.

Ancora una volta Stati Uniti, Giappone e Germania guidano il gruppo dei paesi con il maggior numero di milionari. Qualche cambiamento nelle retrovie, dove la Cina conquista la quarta posizione superando il Regno Unito mentre il Brasile entro per la prima volta nelal top ten mondiale, superando Australia e Spagna. Perde una posizione l’Italia (9°) che chiude il 2008 con 164.000 milionari.

Continua con: World Wealth Report: i milionari preferiscono la sicurezza

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dopo il taglio al bilancio della Fed, ecco le occasioni per Merrill Lynch

Team di advisor private lascia Merrill Lynch

Merrill Lynch svela i piani del suo robo-advisor

NEWSLETTER
Iscriviti
X