Vi spiego perché il consulente deve tifare Juve

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 12 Dicembre 2018 | 14:00

A cura di Matteo Chiamenti, Bluerating

Lo sappiamo, il titolo è volutamente provocatorio. Ma quella che vogliamo proporre oggi ai nostri lettori è una divertente riflessione su alcune dinamiche di prospettiva derivanti dal prossimo ingresso della Juventus nel paniere del Ftse Mib, previsto per il 27 dicembre 2018.
Di fatto questo titolo influenzerà, seppure in funzione di un peso che sarà tutto sommato marginale, la performance del principale indice di mercato italiano. Proviamo a procedere per sillogismi. Se la Juve vince, il titolo ne beneficia. Se il titolo ne beneficia, il Ftse Mib ne beneficia. Se va bene il Ftse Mib, solitamente il portafoglio sorride. E se il portafoglio sorride, il cliente è contento. E con lui il consulente. Da qui la nostra domanda “provocatoria”: non conviene quindi per il consulente iniziare a tifare per la Vecchia Signora?
Cristiano Ronaldo può quindi diventare un amico fidato dell’advisory? L’annosa questione dei favoritismi arbitrali (senza entrare nel merito della stessa) sarà ora più digeribile nel nome del “bene comune” (finanziario)? Come sempre lasciamo a voi i commenti. Nella speranza di avervi posto le giuste domande.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’allarme di Deloitte sul calcio: i 20 top club perderanno 2 miliardi di euro di entrate. In Italia, Juventus prima per ricavi

Cristiano Ronaldo positivo al Covid-19. E in Borsa la Juventus ne risente

Ftse Mib, aumenta il rischio di un downtrend di medio termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X