La “Fed Put” non è stata esercitata. Ecco le conseguenze

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 21 Dicembre 2018 | 18:30

A cura di Tim Schwarz, manager del team Multi-Asset Credit di Investec AM

Nonostante la recente volatilità dei mercati, la cosiddetta “Fed Put” non è stata esercitata e gli operatori di mercato che speravano di ottenere un sollievo dall’inasprimento delle condizioni del credito sono rimasti delusi.

Mentre i mercati creditizi stanno chiaramente prezzando un rallentamento dell’economia, non ci è chiaro se ci troviamo sulla traiettoria di una vera e propria recessione per il prossimo anno. Un rallentamento da una situazione di crescita nel 2018 ad un contesto economico più debole ma ancora positivo può essere un buon ambiente per chi investe nel credito, soprattutto se c’è il sostegno di una banca centrale sempre più dovish.

Naturalmente, se i dati sull’inflazione dovessero rimanere ai livelli recenti, riteniamo che la Fed manterrà probabilmente la sua direzione di ulteriori aumenti dei tassi nel 2019, il che rappresenterebbe un fattore negativo per i mercati del rischio, soprattutto se le ultime trimestrali dovessero delineare prospettive poco brillanti. A causa di questa incertezza ci aspettiamo una volatilità costante nel breve termine e rimaniamo relativamente prudenti, anche se siamo incoraggiati da valutazioni sempre più interessanti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Wall Street col fiatone alla prova delle trimestrali

Mercati, la Fed sacrifica la Borsa per cercare di salvare il dollaro

Mercati, l’S&P 500 supera anche la vetta a quota 4.000. Tutti gli Etf a Milano

NEWSLETTER
Iscriviti
X