Grandi manovre intorno al Manchester United

A
A
A
di Marco Mairate 29 Giugno 2009 | 15:00
Malcolm Glazer, il proprietario della squadra di calcio del Manchester United, ha ceduto la quota di maggioranza nella holding di famiglia Zapata Corp. L’operazione, valutata 74 milioni di dollari, vede come controparte Philip Falcone (foto piccola), hedge fund manager fondatore di Harbinger Capital Partners.

Il 12 maggio del 2005 Malcom Glazer (foto) comprò la quota di maggioranza nel prestigioso club clacistico inglese attraverso la Red Football Ltd. sborsando la favolosa cifra di 800 milioni di sterline (circa 1,5 miliardi di dollari).

Poco tempo dopo comprò anche il resto delle azioni del club e delistandolo dalla Borsa inglese. L’operazione però venne fatta quasi totalmente a debito.

La mossa di oggi, secondo la stampa inglese, sarebbe quindi un tentativo di ripianare in parte i debiti del club calcistico che negli anni sono arrivati alla favolosa cifra di 1 miliardo di dollari.

Prima dell’arrivo di Glazer invece i campioni di Manchester erano uno dei club più ricchi e solidi del circuito calcistico mondiale.

Falcone invece è da sempre specializzato in operazioni ad alto rischio, strategia comunemente definita distressed asset, che consiste nel rilevare società in difficoltà finanziaria (per non dire in bancarotta) e rivedenderle nel tempo (una volta risanate).

Ma la passione di Glazer per lo sport e le avventure finanziarie non finisce qui, visto che il magnate ultraottantenne è proprietario anche della squadra di football americano, Tampa Bay Buccaneers, comprati per 275 milioni di sterline anche questa volta presi a prestito da tre colossi hedge: Perry Capital LLC, Och-Ziff Capital Management Group LLC and Citadel Investment Group LLC.

Zapata è stata fondata dall’ex presidente degli Stati Uniti, Bush senior, che nel 1953 costituì la compagnia che si occupava di trivellazioni petrolifere. Nel 1966 la famiglia Bush cedette l’intera partecipazione.

L’arrivo dei Glazer risale invece al 1992 anno in cui la famiglia prese il controllo della società (poco più che una scatola vuota) per trasformarla in una holding di partecipazioni che investe in società quotate.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti