Rally di Natale dopo l’accordo Usa-Cina? La strategia di Vontobel Certificati sul Ftse Mib

A
A
A
di Finanza Operativa 4 Dicembre 2018 | 12:30

A cura di Vontobel Certificati

L’indice Ftse Mib potrebbe essere ad un punto di svolta e le prossime sedute potrebbero innescare o meno la miccia del tanto atteso rally di Natale. Rally quest’anno atteso più che mai, visto che il listino tricolore fino a venerdì scorso si confermava essere da inizio anno tra i peggiori indici europei, in compagnia del Dax. Il weekend però ha portato consiglio e a Natale si sa, siamo tutti più buoni. Stati Uniti e Cina infatti hanno raggiunto un accordo, siglando una tregua commerciale. L’evento forse più atteso dai mercati in questi ultimi mesi di tensione.

Trump e Xi Jinping hanno deciso di non imporre nuovi dazi a partire da gennaio 2019, favorendo i negoziati tra le due parti in gioco. Proprio la Casa Bianca ha parlato di un importante consenso fra i due leader e che la tregua durerà 90 giorni. Più in particolare, tre sono i punti dell’accordo, oltre allo stop al rialzo USA delle aliquote dal 10 al 25% atteso dal primo gennaio 2019 sull’import di 200 miliardi di dollari di beni cinesi, le parti hanno deciso anche per il blocco ad ulteriori dazi su nuovi prodotti e di mettere i team operativi al lavoro per eliminare i restanti dazi. Molto positiva per il Ftse Mib anche la prosecuzione delle trattative tra governo italiano e UE.

Il Premier Conte infatti si sta dimostrando garante nel confronto con l’Europa. Proprio Conte, al termine della bilaterale con il presidente della Commissione UE ha dichiarato che “il dialogo continua, il clima è sereno, il confronto è costruttivo e aperto”. Il leader italiano ha aggiunto che “valutiamo vari scenari. L’obiettivo è evitare la procedura d’infrazione”.

Intanto, la forte correzione che ha colpito il Ftse Mib ha portato l’indice a raggiungere un forte sconto sul P/E 2018. Il Ftse Mib infatti quota a 11 volte, contro una mediana storica di circa 16 volte.

Analisi tecnica Che l’indice sia vicino ad un potenziale punto di svolta lo si vede anche graficamente. I prezzi infatti, dopo il forte balzo di lunedì 26 novembre, si sono stabilizzati, con gli operatori alla finestra in attesa di cogliere spunti. Spunti molto importanti che, come abbiamo detto, sono arrivati proprio nel weekend. E infatti ieri il Ftse Mib ha tentato il break della neck line del doppio minimo disegnato nei mesi di ottobre e novembre. Una figura d’inversione grafica che ha la neck line proprio in area 19.600 punti . Questo rappresenta il livello che se infranto con forti volumi, dovrebbe attivare la figura, innescando un rialzo che potenzialmente potrebbe riportare i corsi in area 20.800-21.000 punti , il tanto atteso rally natalizio. L’eventuale incapacità di rompere tale livello o l’assenza di volumi sarebbe sospetta, e non si possono escludere ritorni verso 18.835 punti.

Strategia Long Prodotti: Certificato Vontobel Leva fissa 3x su Ftse Mib (codice Isin: DE000VN9AAJ9) e Certificato Vontobel Leva fissa 5x su Ftse Mib (Isin: DE000VN9AAL5).

Strategia Short Prodotti: Certificato Vontobel Leva fissa -3x su Ftse Mib (Isin: DE000VN9AAN1) e Certificato Vontobel Leva fissa -5x su Ftse Mib (Isin: DE000VN9AAQ4).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, fare trading sui green credit con i leva fissa di Societe Generale

Certificati, da Intermonte e Goldman ecco il primo prodotto sulle eccellenze del made in Italy

Certificati, da Vontobel un Tracker sul settore della cosmesi

NEWSLETTER
Iscriviti
X