Prezzi case, Eurostat: “Nell’Ue in un anno +4,3%, in Italia -0,8%”

A
A
A
di Finanza Operativa 22 Gennaio 2019 | 13:30

A cura di Idealista.it

In Italia, nel terzo trimestre 2018, i prezzi delle case hanno fatto registrare un calo dello 0,8% sia rispetto allo stesso periodo del 2017 sia rispetto al trimestre precedente. A renderlo noto l’Eurostat, secondo cui i valori delle abitazioni nel terzo trimestre del 2018 su base annua sono aumentati del 4,3% nella zona euro e nella Ue.
Rispetto al secondo trimestre 2018 i prezzi delle abitazioni sono saliti dell’1,6% nella zona euro e dell’1,5% nella Ue. Diversa la situazione dell’Italia, dove invece si è registrato un calo dell’indice (-0,8%) sia rispetto allo stesso periodo del 2017 sia rispetto al trimestre precedente.
Secondo quanto emerso, i maggiori aumenti nel terzo trimestre 2018 su base annua sono stati registrati in Slovenia (+15,1%), in Olanda (+10,2%) e in Irlanda (+9,1%). I cali maggiori in Svezia (-2,1%) e in Italia (-0,8%).
Rispetto al trimestre precedente, gli aumenti più importanti sono stati registrati in Olanda (+3,3%), Malta (+3,1%) e Croazia (+2,8%). I cali maggiori sono stati registrati in Italia (-0,8%), Romania (-0,7%), Finlandia (-0,4%), Slovacchia (-0,3%) e Ungheria (-0,2%).
Commentando i dati diffusi dall’Eurostat, su Twitter, il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ha affermato: “Nuova rilevazione Eurostat: mercato immobiliare florido in tutta Europa tranne che in Italia. E dal 2019 – grazie alla manovra – i Comuni potranno aumentare Imu e Tasi, rendendo ancora più grave il carico di tassazione patrimoniale. Quando si capirà che va cambiata politica?”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Tasso fisso o variabile?

Costi di casa: le tariffe aumentate dopo l’emergenza Covid

Una casa di proprietà costa cara, in media 11.304 euro all’anno

NEWSLETTER
Iscriviti
X