Stop loss a 14.80 per Saipem

Dopo essere passato dai 33.55 dollari al barile di metà Febbraio ai 71.60 di qualche giorno fa, l’oro nero ha innescato una brusca retromarcia riportandosi a quota 66 dollari. Saipem, come del resto tutto il comparto petrolifero, risente fortemente di questi movimenti e nonostante le buone notizie sul piano aziendale, nuovi contratti per 600 milioni di dollari, rallenta la sua corsa al rialzo. Il trend di medio termine si sposta infatti da positivo a neutrale. Il grafico delle quotazioni evidenzia una configurazione ancora ribassista sul titolo Saipem.

Nonostante il percorso di riavvicinamento delle medie mobili l’inversione di marcia ha confermato la forza relativa dei venditori. Siccome l’andamento attuale potrebbe essere frutto di un normale ritracciamento legato ad oscillazioni di breve termine del prezzo del Brent, che potrebbe portare i corsi fino a quota 15.50 euro, confermiamo una strategia operativa di acquisto sulla debolezza.

Coerentemente con l’evoluta situazione dei prezzi spostiamo il livello di ingresso a 15.80 euro con target 16.80 e 17.50 euro. Suggeriamo uno stop loss a 14.80.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!