Bollettino economico della Banca d’Italia in sintesi

A
A
A
di Finanza Operativa 24 Gennaio 2019 | 17:30

A cura di Daniele Tortoriello, BlueAcademy
La Banca d’Italia ha pubblicato il primo Bollettino Economico del 2019, delineando una situazione e ipotizzando prospettive non certo positive.
L’analisi parte osservando la situazione globale, rilevando un peggioramento delle prospettive del commercio mondiale. Negli ultimi mesi è proseguita la crescita dell’economia mondiale, ma si sono manifestati segnali di deterioramento ciclico in molte economie avanzate ed emergenti. Le incertezze sul quadro congiunturale hanno avuto ripercussioni sui mercati finanziari internazionali, con una flessione dei rendimenti a lungo termine e la caduta dei corsi azionari. Sulle prospettive globali gravano i rischi relativi a un esito negativo del negoziato commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina, al possibile riacutizzarsi delle tensioni finanziarie nei paesi emergenti e alle modalità con le quali avrà luogo la Brexit.
Anche nell’Eurozona la crescita si è indebolita; in novembre la produzione industriale è diminuita significativamente in Germania, in Francia e in Italia. L’inflazione, pur restando su valori ampiamente positivi, è scesa per effetto del rallentamento dei prezzi dei beni energetici. Il Consiglio direttivo della BCE ha ribadito l’intenzione di mantenere un significativo stimolo monetario per un periodo prolungato.
Continua a leggere su BlueAcademy

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’altolà di Banca d’Italia: possibili vincoli su mutui e prestiti

Tips, la piattaforma europea per i pagamenti elettronici potrebbe favorire la nascita dell’euro digitale

Compro oro sotto i riflettori, cresce rischio riciclaggio?

NEWSLETTER
Iscriviti
X