Passera fiducioso nonostante lo stop al patto

A
A
A
di Cosimo Baccaro 6 Luglio 2009 | 15:00
Nel weekend l’Antitrust si è pronunciata in maniera negativa anche sulla nuova versione del patto. In Francia Societe Generale prevede utili per il secondo trimestre dell’anno.

L’inizio di settimana non è dei più rosei per le Borse del Vecchio Continente.
Dopo la chiusura negativa di stamattina di Tokyo e il lungo ponte che ha tenuto chiuso Wall Street, oggi i mercati azionari europei hanno tutti il segno meno davanti. Nella settimana dedicata alle trimestrali USA, oggi sui listini pesano soprattutto i bancari.
A Piazza Affari a pagare è maggiormente [s]Intesa Sanpaolo[/s] penalizzata dalla decisione dell’Antitrust di bocciare anche la nuova versione del patto Generali-Agricole.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha dato il suo parere negativo anche alla nuova versione cosiddetta “light” del patto fra Generali e l’istituto francese Credit Agricole. Nella nota pubblicata dall’Antitrust si legge che il nuovo patto “non ottempera alla condizione di garantire la necessaria indipendenza fra Credit Agricole e Intesa e il ruolo di terzietà della banca francese”.
Quindi secondo il garante [p]Antonio Catricalà[/p] non sono state rimosse le condizioni che facevano del patto un accordo strategico e quest’ultimo non è stato quindi trasformat,o secondo le direttive dell’Antitrust, in un patto di natura puramente finanziaria. Ora la procedura di inottemperanza continuerà fino al 15 ottobre, data in cui si concluderà e potranno scattare delle pesanti sanzioni per Intesa.
L’amministratore delegato del gruppo, [p]Corrado Passera[/p], ostenta tranquillità e non si dimostra affatto preoccupato dall’evolversi della situazione. “Alla fine si troverà una soluzione che andrà bene agli azionisti e non creerà nessun problema all’azienda” ha dichiarato quest’oggi. Ma intanto il titolo paga pesantemente l’incertezza che si è venuta a creare intorno a questa vicenda.

Intanto oggi in un comunicato [s]Societe Generale[/s]  ha annunciato di aspettarsi un utile per il secondo trimestre del 2009.
Seppur lievemente positivo, la banca francese dovrebbe comunque chiudere il trimestre in utile. La performance positiva sarebbe da attribuire al buon andamento delle divisioni corporate e investment banking. Nella nota si legge che nonostante i conti siano penalizzati da perdite per 1,3 miliardi di euro dovuti all’emissione dei credit default swap per coprire il portafoglio prestiti del gruppo, l’utile netto dovrebbe essere leggermente positivo.
I risultati riguardanti i conti del secondo trimestre saranno resi noti il 5 agosto, e si prevedono dei coefficienti patrimoniali in linea con quelli dei primi tre mesi dell’anno.
Nonostante queste notizie confortanti, il titolo perde pesantemente a Parigi in linea con tutti i titoli finanziari europei. 

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche Börse (XETRA) 64,90 EUR -0,23%
American Express NYSE 22,27 USD -3,17%
Axa EURONEXT 12,86 EUR -1,12%
Azimut BORSA ITALIANA 6,85 EUR 0,96%
Banca Generali BORSA ITALIANA 5,91 EUR 0,34%
Bank of NY Mellon NYSE 27,57 USD -3,90%
Barclays LSE 19,00 USD -0,84%
BlackRock NYSE 167,65 USD -3,01%
BNP EURONEXT 46,76 EUR 1,99%
BPM BORSA ITALIANA 4,13 EUR 1,54%
Citigroup Inc NYSE 2,88 USD -3,03%
Credit Agricole EURONEXT 9,10 EUR 1,34%
Credit Suisse Group SWISS MARKET EXCHANGE 48,00 CHF -0,37%
Deutsche Bank Deutsche Börse (XETRA) 42,74 EUR 2,15%
Dexia EURONEXT 5,40 EUR 2,86%
Fortis EURONEXT 2,33 EUR 0,43%
FT Inv. NYSE 69,74 USD -3,34%
Goldman Sachs NYSE 143,49 USD -2,60%
Henderson LSE 94,00 GBp 0,80%
HSBC Investments LSE 509,00 GBp 1,74%
ING EURONEXT 6,99 EUR 1,82%
IntesaSanpaolo BORSA ITALIANA 2,28 EUR 1,11%
Invesco NYSE 16,78 USD -5,14%
Janus Capital Group NYSE 11,38 USD -5,56%
Jp Morgan NYSE 32,27 USD -4,44%
Julius Baer SWISS MARKET EXCHANGE 41,36 CHF -0,43%
Legg Mason NYSE 24,00 USD -2,40%
Man Group LSE 255,50 GBp 0,20%
Mediobanca BORSA ITALIANA 8,36 EUR -1,07%
Mediolanum BORSA ITALIANA 3,73 EUR -0,53%
Morgan Stanley NYSE 26,99 USD -4,83%
Montepaschi Siena BORSA ITALIANA 1,14 EUR 1,33%
Natixis EURONEXT 1,32 EUR 0,00%
Nordea bank OMXNORDICEXCHANGE 59,50 SEK 0,00%
Raiffeisen wienerborse 24,39 EUR -1,26%
Schroders LSE 816,00 GBp -0,06%
Skandia (Old Mutual) LSE 82,62 GBp -3,39%
State Street NYSE 46,23 USD -2,37%
Ubs SWISS MARKET EXCHANGE 12,96 CHF -0,38%
Unicredit BORSA ITALIANA 1,79 EUR 0,51%

Dati di chiusura del 03 luglio 2009, fonte Bluerating.com;

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Oam (mediatori creditizi), lotta dura all’abusivismo nel 2016

Catricalà, sistema bancario da oligopolio

Antitrust multa Bnl per pratiche commerciali non corrette

NEWSLETTER
Iscriviti
X