Banca d’Italia, ecco le disposizioni per intermediari all’indomani della Brexit

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 22 Febbraio 2019 | 17:30

In vista del recesso del Regno Unito dall’Unione europea, la Banca d’Italia ha invitato gli intermediari britannici che operano sul territorio nazionale a informare i propri clienti italiani in merito alle iniziative assunte e alle conseguenze per le relazioni contrattuali in essere, richiamando l’attenzione sulla necessità di assicurare il pieno rispetto degli obblighi contrattuali e delle disposizioni che disciplinano la prestazione di attività riservate in Italia.

La comunicazione – inviata a banche, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica abilitati a offrire i propri prodotti e servizi secondo le modalità previste dal diritto europeo – fornisce indicazioni puntuali su quali informazioni minime devono essere rese tempestivamente a tutti i clienti per assicurare un’ordinata, trasparente e corretta gestione dei rapporti esistenti all’indomani della “Brexit”. Per saperne di più continua a leggere cliccando qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca d’Italia conferma gli istituti a rilevanza sistemica nazionale

Risparmio, bottino da 200 mld per ripartire

Banca d’Italia, nel 2020 aumentano gli esposti per truffe online

NEWSLETTER
Iscriviti
X